Slitta al 9 maggio l'operazione cabine rotanti.

Cabine della funivia pronte per «volare»

01/05/2002 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Malcesine

Slit­ta al 9 mag­gio l’op­er­azione cab­ine rotan­ti. L’in­ter­ven­to in un pri­mo tem­po fis­sato per il 24 aprile, poi pos­tic­i­pa­to al 2 mag­gio è ora rin­vi­a­to a giovedì del­la prossi­ma set­ti­mana quan­do sarà disponi­bile l’eli­cot­tero birot­tore K‑Max prove­niente dal­l’Aus­tria. La serie di pro­roghe, che non infi­ciano in alcun modo sui tem­pi di ria­per­tu­ra pre­vista per metà luglio del nuo­vo impianto di risali­ta che col­le­ga Mal­ce­sine al , sono dovute a intop­pi stradali e al per­me­s­so di volo del veliv­o­lo. Archivi­ate le dif­fi­coltà tec­niche, legate al ritar­do accu­mu­la­to nel viag­gio via ter­ra delle «nav­i­celle» dal diametro di cinque metri (cari­co par­ti­to dai cantieri aus­triaci del­la dit­ta Swo­bo­da), si pro­ced­erà quin­di al trasfer­i­men­to delle cab­ine (foto sopra al tito­lo) dal parcheg­gio in local­ità Mot­ta alla stazione di San Michele. «Le oper­azione scat­ter­an­no ver­so le ore 11 e tem­po un’ora o poco più il trasfer­i­men­to delle due cab­ine dal­la por­ta­ta cias­cu­na di ottan­ta per­sone sarà com­ple­ta­to», spie­ga Albert Gufler diri­gente del­l’im­pre­sa Hol­zl di Lana che ha in appal­to i lavori. Funi­via che nel pri­mo trat­to uti­lizzerà le tradizion­ali vet­ture con por­ta­ta di 45 per­sone men­tre nel sec­on­do tron­co entr­eran­no in fun­zione le cab­ine rotan­ti. Pros­eguono intan­to alacre­mente i lavori alle tre stazioni del­la funi­via, come tes­ti­mo­ni­ano le foto qui a destra: in alto la stazione di arri­vo sul Bal­do, al cen­tro quel­la inter­me­dia di San Michele e in bas­so la stazione di parten­za a Malcesine.

Parole chiave: