Il sindaco chiede d'accelerare i tempi sulle bonifiche

Cava Pirata e Busa

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Marilena Russo

Si è tenu­ta ieri mat­ti­na la Con­feren­za dei Servizi, per la bonifi­ca con­giun­ta e la mes­sa in sicurez­za del­la Cava del Pira­ta e del­la Cava Busa. La con­feren­za era sta­ta in prat­i­ca aggior­na­ta, dopo la ses­sione del 6 novem­bre, per dare tem­po agli enti parte­ci­pan­ti di val­utare in modo più appro­fon­di­to i dati delle anal­isi rel­a­tivi alla pre­sen­za di inquinan­ti, alla loro con­cen­trazione e local­iz­zazione. La sedu­ta di ieri, cui han­no parte­ci­pa­to Comune, Provin­cia, Regione, Asl e Arpa, quali enti ed isti­tuzioni pre­posti, e l’ing. Gorio, con­sulente incar­i­ca­to per la prog­et­tazione degli inter­ven­ti, prevede­va una sor­ta di audizione per il pres­i­dente dell’Int.Dep.Cast, Bel­luzzi, e per l’Hunts­man (ex-Mar­chon), rap­p­re­sen­ta­ta dal­l’ing. Ben­venu­ti. Il coin­vol­gi­men­to del gestore del­l’impianto di comu­nale e del­la dit­ta era sta­to richiesto da Sali, asses­sore provin­ciale all’am­bi­ente, per ver­i­fi­care even­tu­ali impli­cazioni del­l’at­tiv­ità del­l’Hunts­man sul lavoro di bonifi­ca delle falde acquifere, nel ten­ta­ti­vo di chiarire gli esi­ti di alcu­ni pre­lievi fat­ti a monte del­la Cava del Pira­ta. Il sin­da­co sin­te­tiz­za così i risul­tati: «Il piano di carat­ter­iz­zazione è sta­to approva­to, anche se Asl e Arpa avreb­bero forse volu­to mon­i­tor­ag­gi e indagi­ni sup­ple­men­tari. Per quan­to riguar­da l’Hunts­man, i dati prodot­ti era­no dis­ar­ti­co­lati, ma han­no dato piena disponi­bil­ità a rior­di­narli, in modo da facil­i­tarne let­tura e col­lega­men­to alle pre­scrizioni di legge. Per ora, non siamo in gra­do di val­utare se ci sia o meno una loro respon­s­abil­ità per i val­ori sot­to osser­vazione». Un’ipote­si, cir­co­la­ta nel­la prece­dente sedu­ta, era che potesse esser­ci qualche prob­le­ma nel­la bar­ri­era idrauli­ca che trat­ta le acque pri­ma del loro invio al depu­ra­tore. Ma i dati dell’Ind.Dep.Cast. non sem­bra­no ind­i­riz­zare ver­so ques­ta let­tura: «Le anal­isi effet­tuate sulle acque, che proven­gono dal­l’ex-Mar­chon e che arrivano al depu­ra­tore, sono nei para­metri di legge» dichiara Bel­luzzi. Per l’ex-Mar­chon, l’ing. Ben­venu­ti dice: «Noi siamo sta­ti invi­tati per aggiornare sul pro­gres­so del­l’­opera di bonifi­ca inter­na, inizia­ta nel ’95, sul­la quale siamo a buon pun­to. Ci è sta­to poi richiesto di pre­sentare una relazione rias­sun­ti­va. La prossi­ma sedu­ta del­la con­feren­za, pre­vista pri­ma di , dovrebbe approvare il prog­et­to pre­lim­inare di bonifi­ca: «E’ impor­tante che si arrivi all’ap­provazione — sot­to­lin­ea il sin­da­co — per­ché questo ci con­sen­tirebbe con più facil­ità di accedere ai finanzi­a­men­ti per la bonifi­ca con­giun­ta dei due siti».

Parole chiave: -