Inaugurata la nuova struttura socio-educativa, costata 900 mila euro

Centro Anffas fiore all’occhiello

Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

È sta­to inau­gu­ra­to a Riv­oltel­la il cen­tro socio-educa­ti­vo . L’associazione, il cui pres­i­dente è Gian­fran­co Bertolot­ti, si occu­pa dei dis­abili adul­ti di Lona­to, Poz­zolen­go, Sirmione, Padenghe, Desen­zano, Bedi­z­zole, Soiano, Maner­ba, Moni­ga, Polpe­nazze e Prevalle. La mod­er­na strut­tura è sta­ta costru­i­ta nell’area adi­a­cente le nuove scuole medie, gra­zie all’intesa con il Comune. All’origine la neces­sità di lib­er­are i locali di via Gram­sci di pro­pri­età dell’Opera pia S. Angela, che da tem­po ne ave­va chiesto la resti­tuzione. L’accordo con la Giun­ta prevede­va la real­iz­zazione di un cen­tro a Riv­oltel­la per un inves­ti­men­to di cir­ca 900 mila euro, 258 mila a cari­co dell’Anffas, che ha ottenu­to l’uso in comoda­to dell’edificio per 50 anni. Le don­azioni di numerosi pri­vati, accan­to­nate nei vent’anni di attiv­ità, han­no con­sen­ti­to all’Anffas di far fronte all’impegno e di rac­cogliere in questi ulti­mi due anni oltre 60 mila euro per l’acquisto di arre­di e attrez­za­ture. La sede è sta­ta inau­gu­ra­ta alla pre­sen­za del pres­i­dente Bertolot­ti, del sin­da­co Fioren­zo Pien­az­za, dell’assessore ai Sil­via Colas­an­ti, del pres­i­dente del­la Provin­cia Cav­al­li. Dopo la benedi­zione impar­ti­ta da don Gui­do e dopo il taglio del nas­tro, i parte­ci­pan­ti han­no potu­to vis­itare i locali. Un rin­fres­co è sta­to prepara­to dagli allievi del­la Scuo­la alberghiera di Desen­zano. Nel suo inter­ven­to Bertolot­ti ha ricorda­to i prece­den­ti pres­i­den­ti, Ren­zo Pera e Sil­vana Bertoli­ni, e ha ringrazi­a­to tut­ti col­oro che in qualche modo han­no con­tribuito alla real­iz­zazione del­la strut­tura. L’edificio è in fun­zione da set­tem­bre. Ha una super­fi­cie di 620 mq, può ospitare 30 dis­abili. Ospi­ta l’ufficio dell’associazione, un pun­to d’ascolto, la palestra, l’ambulatorio, la sala di musi­ca, lab­o­ra­tori e aula magna. Nel sot­to­suo­lo sono sta­ti rica­vati quat­tro garages. Ha alli­eta­to la man­i­fes­tazione l’orchestra folk .