Chi conquisterà il titolo NBA 2021? Ecco i favoriti

23/06/2021 in Attualità, Basket
Di Redazione

In Italia siamo abit­uati a sen­tir par­lare del­la Serie A e dei suc­ces­si di squadre come Juven­tus e Inter. Il cal­cio è evi­den­te­mente lo sport più popo­lare nel nos­tro Paese, nonos­tante anche nel­lo Sti­vale si pratichi il bas­ket a liv­el­lo pro­fes­sion­is­ti­co. Gli aman­ti del­la pal­la­cane­stro, curiosa­mente, non guardano però al cam­pi­ona­to ital­iano, quan­to a quel­lo amer­i­cano, che si dis­tingue non solo per un liv­el­lo qual­i­ta­ti­vo eccel­so, ma anche per un rego­la­men­to dif­fer­ente. La NBA rap­p­re­sen­ta di fat­to il bas­ket in tut­to il mon­do e nel mese di luglio decreterà il ros­ter vinci­tore di quest’ultima edizione.

L’anno scor­so furono i Los Ange­les Lak­ers a tri­on­fare. Sti­amo par­lan­do di una for­mazione nota anche a chi non mas­ti­ca trop­po il bas­ket gra­zie alla pre­sen­za di LeBron James. Anche quest’anno i Lak­ers sono arrivati ai play­off, nonos­tante non abbiano fat­to fav­ille nel­la reg­u­lar sea­son. Gli Utah Jazz han­no vin­to la Divi­sion e sper­a­no di agguantare il tan­to desider­a­to anel­lo tra una man­ci­a­ta di giorni. Anche i Den­ver Nuggets si sono dis­tin­ti negli ulti­mi tempi.

A con­tare nel bas­ket amer­i­cano sono soprat­tut­to la per­centuale di vit­to­rie e le vit­to­rie di dis­tac­co. Di con­seguen­za, non deve stupire se a volte chi non parti­va come favorito riesce a rib­altare i pronos­ti­ci gra­zie a qualche sta­tis­ti­ca a favore, pro­prio come è suc­ces­so ai suc­c­i­tati Utah Jazz e ai Phoenix Suns nel­la West­ern Con­fer­ence. Poco bril­lan­ti i Gold­en State War­riors di Steph Cur­ry. Nel­la East­ern Con­fer­ence, invece, sono sta­ti i Philadel­phia 76ers ad avere la meglio, arrivan­do anche sopra ai Brook­lyn Nets di Kevin Durant, a lun­go infor­tu­na­to. Occhio ai Bucks, che sono sta­ti i pri­mi a qual­i­fi­car­si alle semi­fi­nali di Con­fer­ence, sen­za perdere tra l’altro nem­meno una vol­ta al pri­mo turno. Iniziare a sognare di arrivare fino in fon­do in questi casi è legittimo.

I Los Ange­les Lak­ers riman­gono comunque i favoriti, dall’alto dei 17 suc­ces­si nel­la loro sto­ria. Sono addirit­tura 30 le finali gio­cate dal­lo stori­co team di Kobe Bryant al quale è sta­to ded­i­ca­to il tito­lo dell’anno scor­so. Se i Lak­ers sono diven­tati gran­di, lo devono anche e soprat­tut­to a lui. I più sen­ti­men­tali sper­a­no quin­di in un nuo­vo tri­on­fo del­la franchi­gia giallovi­o­la. Sono loro i favoriti in asso­lu­to, insieme agli Utah Jazz e ai Six­ers. I Lak­ers han­no ingoia­to boc­coni amari per molti anni e pro­prio dopo la scom­parsa del loro cam­pi­one più con­clam­a­to sono tor­nati a vin­cere. L’obiettivo è chiara­mente quel­lo di avviare un ciclo for­tu­na­to che pos­sa com­pen­sare le delu­sioni passate.

Nel­la NBA il rit­mo è sem­pre ele­va­to e la pos­si­bil­ità che un pronos­ti­co ven­ga sovver­ti­to non è mai da sot­to­va­l­utare. Fino a luglio potrà anco­ra suc­cedere di tut­to. Anche il palinses­to delle scommesse live riv­ela qualche inde­ci­sione nel cor­so delle varie gare. Gli atleti del­la NBA sono ormai abit­uati a dover tenere duro fino all’ultimo sec­on­do, ma in ques­ta fase dell’anno le energie potreb­bero anche venire a man­care. Non c’è in gio­co solo la qual­ità. Sarà anche una battaglia di nervi. Non ci res­ta che atten­dere anco­ra una man­ci­a­ta di giorni, allora.