Tre giornate di sport, cabaret ed eventi per tutti

Colnago Cycling Festival: un week end di puro spettacolo

Di Redazione

Si è con­clu­so da poche ore, fra l’entusiasmo e la grande parte­ci­pazione di un intero ter­ri­to­rio, il Cycling Fes­ti­val, tre gior­nate di sport, spet­ta­coli ed even­ti per tutti.

Si trat­ta di una per­fet­ta alchimia, quel­la che unisce il bla­sonato mar­chio di Ernesto Col­na­go con le Isti­tuzioni del ter­ri­to­rio, gli spon­sor e l’esercito silen­zioso dei mille volon­tari, che con tan­ta dedi­zione, ha lavo­ra­to, dietro le quinte, per ren­dere il fes­ti­val sicuro e sem­pre più bello.

Un pro­gram­ma fit­tis­si­mo che ha accon­tenta­to non solo gli appas­sion­ati del ped­ale, ma anche gli accom­pa­g­na­tori e i vis­i­ta­tori, allet­tati da pro­poste che, per vari­età, han­no atti­ra­to sul ter­ri­to­rio cir­ca 15.000 pre­sen­ze durante le tre gior­nate del festival.

Un’area let­teral­mente pre­sa d’assalto, con un’affluenza costante già dal­la sua aper­tu­ra, riv­ela tut­to l’interesse che il fes­ti­val ha saputo sus­citare sul ter­ri­to­rio, indice del­la qual­ità delle pro­poste dei brand presenti.

Dal ven­erdì “alla francese” dei Ran­don­neurs, accor­si da tut­to il mon­do per vivere il fas­ci­no del Gar­da in totale lib­ertà, al saba­to ani­ma­to dalle prodezze dei pic­coli cam­pi­oni che, con la han­no col­orato il cuore di Desen­zano, per­cor­ren­do, con gimkane e mangia&bevi in miniatu­ra, il lun­go­la­go Bat­tisti, fino a giun­gere al saba­to sera di Cabaret Live con uno scate­na­to Cris­tiano Militel­lo, che ha regala­to tan­to buon­u­more e risate a tut­to il pub­bli­co presente.

Per giun­gere final­mente a una domeni­ca davvero inde­scriv­i­bile. La gioia e il diver­ti­men­to dip­in­ti sui volti dei pre­sen­ti con­fer­mano la bon­tà delle scelte del comi­ta­to orga­niz­za­tore, che, anno dopo anno, ha trasfor­ma­to una gara in una grande fes­ta di diver­ti­men­to e con­di­vi­sione per tutti.

Alla parten­za del­la gran fon­do un fiume var­i­opin­to di 4000 ciclisti, di cui oltre 600 prove­ni­en­ti da ben 25 pae­si stranieri, ha inva­so la cit­tà e l’incantevole ter­ri­to­rio cir­costante per 110 km – per­cor­so medio – e 159 km – per­cor­so lun­go – carat­ter­iz­za­ti da panora­mi moz­zafi­a­to, salite ped­al­a­bili che pre­mi­ano per bellez­za, ris­tori che, gra­zie alle pre­li­batezze offerte (Ser­le e la polen­ta taragna in tes­ta) han­no reso la gara una gioiosa occa­sione per godere dell’ospitalità gardesana.

Grande sod­dis­fazione dell’Amministrazione di Desen­zano che ha accolto calorosa­mente i parte­ci­pan­ti alla gran fon­do con la con­sapev­olez­za del val­ore del­la loro pre­sen­za sul territorio.

Il Patron del­la man­i­fes­tazione Ernesto Col­na­go, con l’amico Gian­ni Mot­ta, il Sin­da­co , gli asses­sori e han­no pre­mi­a­to tut­ti i vincitori.

Spe­ciale men­zione per i tre negozianti che han­no con­quis­ta­to il podio del Con­cor­so la Vet­ri­na del Col­na­go Cycling Fes­ti­val:

  1. Bor­tolot­ti Francesco – Fratel­li Bor­tolot­ti Ferramenta
  2. Fior­i­ni Clau­dia – Fior­i­ni Calzature
  3. Il Forno di Gozzi

Un doveroso ringrazi­a­men­to va ai 71 Comu­ni, 4 Province e 3 Regioni coin­volti dal pas­sag­gio del­la gara, alle forze dell’ordine e alla scor­ta tec­ni­ca che han­no fat­to da angeli cus­to­di ai gran­fondisti, all’assistenza sul per­cor­so, a tutte le maes­tranze e agli addet­ti che han­no reso pos­si­bile il per­fet­to fun­zion­a­men­to di ogni sin­go­lo ingranag­gio del festival.

 

 

www.colnagocyclingfestival.com