Oggi a Caprino la presentazione

Dai monti al mareun gemellaggio«vacanziero»

07/03/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
B.B.

«Salute e benessere» immer­si nel­la natu­ra, un nuo­vo stile di vacan­za nel nome di un spe­ciale tra il mare, la mon­tagna e la cam­pagna. È la nuo­va pro­pos­ta tur­is­ti­ca del Gal Bal­do-Lessinia che sarà pre­sen­ta­ta oggi alle 18 nel­la sede del­la Comu­nità Mon­tana del Bal­do a Palaz­zo Malaspina Nich­eso­la a Capri­no, alla pre­sen­za dell’assessore alle politiche mon­tane Lucio Campedel­li. L’iniziativa nasce dal­la col­lab­o­razione tra il Gal Bal­do Lessinia e «L’Altra Romagna».«L’obiettivo del­la pro­pos­ta è di far incon­trare la cul­tura mari­nara con quel­la agri­co­la e mon­tana che, inte­gran­dosi, offriran­no la pos­si­bil­ità di far vivere al tur­ista la vera iden­tità ter­ri­to­ri­ale in tut­to il suo insieme», spie­ga il pres­i­dente del­la Comu­nità del Bal­do Cipri­ano Castel­lani. Con­tin­ua Ste­fano Mar­col­i­ni, pres­i­dente del Gal Bal­do Lessinia e del­la Comu­nità mon­tana del­la Lessinia: «Oggi si lan­cia un pac­chet­to tur­is­ti­co vin­cente, molto inter­es­sante per­ché la lin­ea gui­da di queste offerte all’insegna di salute & benessere è di orga­niz­zare escur­sioni per far conoscere l’entroterra romag­no­lo, i suoi borghi, le sue tradizioni, le sue fat­to­rie dove gli ospi­ti pos­sono trascor­rere intere gior­nate parte­ci­pan­do alla vita del­la campagna».In un sec­on­do momen­to il Gal Bal­do-Lessinia effettuerà analo­ga inizia­ti­va con la pre­sen­za degli oper­a­tori tur­is­ti­ci e agri­t­ur­is­ti­ci del veronese, in par­ti­co­lare con quel­li delle aree rurali del Bal­do e del­la Lessinia e del­la pia­nu­ra. Ovvi­a­mente tale even­to sarà real­iz­za­to al Gal dell’Altra Romagna. Sul­la cos­ta romag­no­la, intan­to, colazione, meren­da, aper­i­ti­vo con prodot­ti bio­logi­ci in spi­ag­gia, sono tra le tante inizia­tive pen­sate dagli impren­di­tori, maestri nel coc­co­lare i loro ospi­ti. «Se al mare si nuo­ta e si gio­ca sul­la sab­bia», sostiene Pier­loren­zo Rossi, diret­tore de l’Altra Romagna, «in cam­pagna si rac­coglie la frut­ta e si corre sui prati. In mon­tagna, poi, gran­di e pic­ci­ni pos­sono fare splen­di­di trekking», fa sapere. «Negli antichi borghi si vis­i­tano i castel­li, nelle bot­teghe si ammi­ra l’artigiano che lavo­ra con le mani e sui crinali dell’Appennino si osser­va un panora­ma che toglie il fia­to». «Un uni­ver­so di saperi e sapori», con­clude Cinzia Zan­chi­ni, coor­di­na­trice del prog­et­to, «che le imp­rese romag­nole vogliono far conoscere. Per questo si sono orga­niz­zate per far sì che tut­ti desideri­no fare una vacan­za da noi».

Parole chiave: