Deleghe di funzioni ai Consiglieri

Di Luca Delpozzo
Luigi Del Pozzo

Nel cor­so dell’ultimo Con­siglio di Ammin­is­trazione, dell’Azienda Spe­ciale , il pres­i­dente Gui­do Maru­el­li ha provve­du­to a con­ferire ai Con­siglieri le deleghe di fun­zioni su ques­tioni speci­fiche. Ovvi­a­mente queste asseg­nazioni sono state adot­tate tenen­do con­to sia del­la disponi­bil­ità che del­la com­pe­ten­za di ognuno dei con­siglieri sulle speci­fiche materie.Questi gli incar­ichi attribuiti: dr. Mario Quec­chia, vice pres­i­dente — ges­tione finanziaria e con­tabile dell’Azienda, con speci­fi­co rifer­i­men­to ad attiv­ità di con­trol­lo di ges­tione, ottimiz­zazione delle risorse, pre­sen­tazione dei bilan­ci e dei piani di investimento;arch. Alfre­do Lam­per­ti, con­sigliere — trat­tazione delle tem­atiche con­nesse con il ciclo inte­grale dell’acqua, con speci­fi­co rifer­i­men­to alle reti comu­nali interne, e ai rap­por­ti con l’, nell’ottica del­la cos­ti­tuzione con­giun­ta dell’Ambito Ter­ri­to­ri­ale Otti­male, ai sen­si del­la legge Galli;ing. Oscar Papa e dr. Nico­la Scot­ti, con­siglieri — prob­lem­atiche con­nesse al Servizio Infor­mati­co Territoriale;dr. Wal­ter Romag­no­li, con­sigliere — prob­lem­atiche iner­en­ti la sicurez­za sul Gar­da, con speci­fi­co rifer­i­men­to ai con­tat­ti e relazioni con gli Enti già pre­posti isti­tuzional­mente, e incar­i­co rel­a­ti­vo alle attiv­ità di mar­ket­ing pro­mozion­ali dell’immagine azien­dale, par­ti­co­lar­mente nei con­fron­ti degli ammin­is­tra­tori dei comuni.p.i. Pietro Mario Vis­con­ti, con­sigliere — trat­tazione delle prob­lem­atiche iner­en­ti l’abnorme fior­it­u­ra algale che inter­es­sa, da alcune sta­gioni, le spi­agge del lago.Naturalmente ai con­siglieri incar­i­cati di seguire speci­fi­ci set­tori potran­no essere riv­olti even­tu­ali ques­tioni, que­si­ti o lamentele da parte dell’utenza, in modo che si pos­sa giun­gere a pos­i­tive soluzioni nel più breve tem­po pos­si­bile. La disponi­bil­ità di questi Con­siglieri sarà ampia e totale vol­ta nell’ottica pri­maria dell’Azienda Spe­ciale Gar­da Uno a dis­po­sizione delle pub­bliche ammin­is­trazioni, da cui ne è diret­ta emanazione, ed anche a fian­co del cit­tadi­no-utente fruitore dei servizi, ema­nati dal­la Munic­i­pal­iz­za­ta del Gar­da.