Desenzano sul Garda” il nuovo volume della Associazione Carlo Brusa

16/12/2013 in Libri
Parole chiave: -
Di Luigi Del Pozzo

Con una fol­ta affluen­za di pub­bli­co è sta­to pre­sen­ta­to ieri l’ul­ti­mo lavoro. o meglio “cap­ola­voro” edi­to dal­la Asso­ci­azione di Stu­di Stori­ci “” che ha sede a Desen­zano del Gar­da. Dopo i salu­ti d parte del­l’asses­sore alla Cul­tura del Comune di Desen­zano Antonel­la Soc­ci­ni, in sala anche il Sin­da­co Rosa Leso, è toc­ca­to a Amelia Dusi rac­con­tare la sto­ria del­la che con con ques­ta por­ta a 21 le sue opere edite nel­l’ul­ti­mo ven­ten­nio. Giuseppe Tosi autore dei testi ha rac­con­ta­to di come era nata l’idea del­la stesura di questo vol­ume in gran parte fotografi­co con foto orig­i­nali scat­tate nel peri­o­do 1895/1918, da Attilio Papa. Le stesse foto d’e­poca sono state messe a con­fron­to con fotografie attuali, scat­tate da Gian­car­lo Ganz­er­la pro­prio dal­la stes­sa posizione di quelle storiche. Ne è sca­tu­ri­to un eccezionale lavoro che ci ripor­ta  a quel­lo che una vola­ta era Desen­zano sul Gar­da con l’at­tuale Desen­zano del Gar­da. Panora­mi e pae­sag­gi mutati, in molti casi cemen­tifi­cati e resi non pro­pri­a­mente tipi­ci del­l’area garde­sana, come ha fat­to notare lo stes­so Ganz­er­la.

Sul­la Car­lo Brusa pub­blicher­e­mo sul prossi­mo numero di GN la sua sto­ria. In mer­i­to al vol­ume l’asses­sore Soc­ci­ni ha ricorda­to come “la visione di tan­ti scor­ci antichi e rari dove sono vis­su­ti i nos­tri pre­de­ces­sori, con­frontabili  ed a volte riconosci­bili solo attra­ver­so diverse vedute del­lo stes­so luo­go, ci offre la pos­si­bil­ità di immerg­er­ci nel ter­ri­to­rio in cui abiti­amo con sen­ti­men­ti di grande nos­tal­gia ed affet­to”.

Parole chiave: -