Lavori all’uscita autostradale A4 Un investimento di 6,5 milioni di euro per migliorare la stazione e le piste di pedaggio, che verranno aumentate dalle attuali 8 a 11

Due anni di cantieri per rifare il casello

Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Nell’ottobre del 2004 il nuo­vo casel­lo di Desen­zano sarà realtà. Lo annun­cia la soci­età Autostra­da Bres­cia-Verona-Vicen­za-Pado­va, che gestisce la Serenis­si­ma, che lo scor­so 10 otto­bre ha con­seg­na­to i lavori di costruzione dei nuovi edi­fi­ci dell’autostazione. Il tem­po con­trat­tual­mente sta­bil­i­to per l’esecuzione dei lavori rel­a­tivi ai nuovi edi­fi­ci è di 365 giorni effet­tivi, per­tan­to la data di ulti­mazione dei lavori è fis­sa­ta per il 9 otto­bre 2003. A questi lavori seguiran­no quel­li rel­a­tivi alle opere di com­ple­ta­men­to, per l’esecuzione delle quali è pre­vis­to un ulte­ri­ore peri­o­do con­trat­tuale di un anno. I lavori saran­no ese­gui­ti dall’Ati Mat­ti­oli spa di Pado­va e dal­la Hidrowork srl di Verona, che si sono aggiu­di­cati l’asta pub­bli­ca nazionale. I lavori inter­esser­an­no l’autostazione di Desen­zano e le aree adi­a­cen­ti il piaz­za­le. Il cos­to com­p­lessi­vo dell’opera sarà di 6 mil­ioni 593 mila euro. L’esecuzione dei lavori prevede la costruzione di una nuo­va autostazione, dove saran­no col­lo­cati vari servizi, nonché tut­to il per­son­ale del­la soci­età che gravi­ta sul casel­lo. Ci saran­no quin­di nuovi servizi acces­si­bili con spazi adeguati, saran­no messe a dimo­ra nel parcheg­gio e nelle aree ver­di prospici­en­ti molte vari­età autoc­tone di piante per ricreare l’ambientazione tipi­ca del­la zona lacus­tre. Nell’ambito delle opere di com­ple­ta­men­to, inoltre, è pre­vis­to il rifaci­men­to delle piste d’esazione del casel­lo e l’aumento del loro numero, che passerà dalle attuali otto a undi­ci. Sarà infine real­iz­za­to un sot­topas­so, che col­legherà la nuo­va area di parcheg­gio con l’attuale rota­to­ria all’esterno del casel­lo. Nel cor­so dei lavori è pre­vis­to il man­ten­i­men­to in eser­cizio dell’autostazione e del Cen­tro servizi, con alcune tem­po­ra­nee lim­i­tazioni. Cer­to, i dis­a­gi non mancher­an­no. L’intervento si col­lo­ca in un più vas­to pro­gram­ma avvi­a­to dal­la soci­età che prevede il con­tes­tuale rifaci­men­to delle stazioni autostradali di Verona Est, Soave-San Boni­fa­cio e Vicen­za Ovest.