I vini della Valtenesi cambiano sponda per una sera

Ecco i vini Valtenesi in caserma

Parole chiave: - - -
Di Luca Delpozzo

I vini del­la Valte­n­e­si cam­biano spon­da per una sera. Le Doc Gar­da Clas­si­co e San Mar­ti­no del­la Battaglia sono pro­tag­o­niste dell’ottavo appun­ta­men­to Hap­py wine all’enoteca del­la caser­ma d’artiglieria di Por­ta Verona a Peschiera con inizio alle ore 20,30. Dopo le degus­tazioni del vino Terre­delfor­ti, Bar­dolino, Bian­co di Cus­toza, Gar­da Doc, Lugana, Gar­da Col­li Man­to­vani e olio del Gar­da Dop, toc­ca al Gar­da Clas­si­co del­la Valte­n­e­si e al San Mar­ti­no del­la Battaglia vin­cere la ten­zone del gus­to nel­la caser­ma volu­ta da Radet­sky. Il vino principe del Bena­co bres­ciano è il Grop­pel­lo, ottenu­to da un uvag­gio prove­niente per l’85% dall’omonimo vit­ig­no. Accom­pa­gna ed esalta la tavola esti­va il fres­co e sapi­do Chiaret­to. Com­ple­tano la gam­ma il Gar­da Clas­si­co Rosso e Rosso Supe­ri­ore (ottenu­ti dai vit­ig­ni Grop­pel­lo, San­giovese, Marzemi­no e Bar­bera); il Nov­el­lo; lo spumante Rosè e il Gar­da Clas­si­co Bian­co. Prodot­to esclu­si­va­mente con Tocai friu­lano è il San Mar­ti­no del­la Battaglia, altro vino dei col­li stori­ci garde­sani, mor­bido e di bas­sa acid­ità, con gus­to lieve­mente aro­mati­co.

Peschiera del Garda
Parole chiave: - - -

Commenti

commenti