In rampa di lancio la cinquantanovesima edizione

Fiera del Vino di Polpenazze, torna la vetrina del Garda Classico

30/04/2008 in Fiere
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

E’ par­ti­to il con­to alla roves­cia per la più popo­lare ed atte­sa delle man­i­fes­tazioni enogas­tro­nomiche garde­sane: dal 30 mag­gio al 2 giug­no 2008 tor­na infat­ti in sce­na la Fiera del Gar­da Clas­si­co Doc di Polpe­nazze del Gar­da (Bs), la più anti­ca e conosci­u­ta vet­ri­na del­la pro­duzione vitivini­co­la del­la riv­iera bres­ciana del lago di Gar­da. Una man­i­fes­tazione stor­i­ca (la pri­ma edi­zione si tenne nel 1947), ma che negli anni ha saputo aggiornar­si alle nuove ten­den­ze emer­gen­ti nel panora­ma enoico e del gus­to, diven­tan­do, nel 2006, sede uffi­ciale del con­cor­so eno­logi­co nazionale del­la Doc Gar­da Clas­si­co isti­tu­ito dal Min­is­tero per le Politiche Agri­cole. Anche quest’anno la Fiera si con­fig­ur­erà come un vero e pro­prio cir­cuito del gus­to, arti­co­la­to in due itin­er­ari trasver­sali a paga­men­to che con­sen­ti­ran­no di appro­fondire la conoscen­za dei vini in abbina­men­to ai sapori del ter­ri­to­rio. Novità di quest’edizione sarà La Piazzetta del Bio­logi­co, uno spazio ded­i­ca­to ai sem­pre più numerosi pro­dut­tori che han­no scel­to il bio come alter­na­ti­va in una ter­ra dove è già bio­logi­co il 25% del vigne­to iscrit­to all’albo. In cartel­lone anche La Corte degli Assag­gi, che ospiterà degus­tazioni gui­date e com­para­te oltre all’esposizione degli extravergi­ni dop garde­sani, l’Osteria del Castel­lo, dove si servi­ra si servi­ran­no piat­ti veloci e sapori tipi­ci del Gar­da, e La Dis­pen­sa del Gus­to, dove a reg­nare sarà il tradizionale spiedo bres­ciano. Lunedì 2, gran finale a Vil­la Avanzi con il ban­co d’assaggio delle etichette vincitri­ci del Con­cor­so Eno­logi­co, quelle che, dopo le degus­tazioni delle Com­mis­sioni cui pren­der­an­no parte anche esper­ti del Min­is­tero, avran­no ottenu­to la qual­i­fi­ca di “Vino Eccel­lente” (i cam­pi­oni pre­sen­tati quest’anno sono oltre 70). Quest’ultimo appun­ta­men­to avrà come coro­n­a­men­to un dibat­ti­to ded­i­ca­to alla pre­sen­tazione del nuo­vo prog­et­to di comu­ni­cazione e piani­fi­cazione strate­gi­ca del Gar­da Clas­si­co, e l’assegnazione del­la sec­on­da edi­zione del pre­mio gior­nal­is­ti­co ded­i­ca­to agli oper­a­tori dell’informazione enogas­tro­nom­i­ca e avente come sim­bo­lo il “tor­col”, ovvero il tor­chio di anti­ca tradizione garde­sana. La pri­ma edi­zione, lo scor­so anno, fu asseg­na­ta a Bruno Gam­ba­cor­ta, cura­tore del­la rubri­ca enogas­tro­nom­i­ca del Tg2 ”Eat Parade”.

Parole chiave: