L'albergo moderno, il villaggio turistico alla moda, il centro congressuale avanzato sono strutture impostate per ricreare standard di benessere e di "comfort" al fine di rigenerare e recuperare dalle condizioni più o meno stressanti quanti vi approdano.

Garantire più comodità e hotel e villaggi

08/02/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

L’al­ber­go mod­er­no, il vil­lag­gio tur­is­ti­co alla moda, il cen­tro con­gres­suale avan­za­to sono strut­ture impostate per ricreare stan­dard di benessere e di “com­fort” al fine di rigener­are e recu­per­are dalle con­dizioni più o meno stres­san­ti quan­ti vi appro­dano. Strut­ture quin­di che già in fase di prog­et­tazione devono esprimere una sostenu­ta car­i­ca di attrazione e sod­dis­fazione e arrivare a creare con­dizioni emozion­ali e di sug­ges­tione. Regole messe a fuo­co nel­la con­feren­za di aper­tu­ra del sem­i­nario che ha accom­pa­g­na­to Forum 2000, rasseg­na ded­i­ca­ta alle attrez­za­ture e tec­nolo­gie per l’ho­tel e le strut­ture congressuali.Relazione intro­dut­ti­va di Mar­co Piva, fonda­tore di Stu­dio­da­ta Asso­ciati, uno dei più noti a liv­el­lo inter­nazionale del design e del­l’ar­chitet­tura, che si è sof­fer­ma­to sul “prog­et­to come meto­do” e in par­ti­co­lare sul meto­do tradizionale ital­iano che guar­da alla qual­ità totale attra­ver­so un proces­so di dial­o­go tra “fun­zioni, emozioni, memo­ria e benessere” al fine di sti­mo­lare il viaggiatore.Vetrina del­la tre giorni di stu­dio non pote­va che essere l’ospi­tante Euro­con­gres­si Hotel del­la Won­der­ful, una delle più evo­lute e qual­ifi­cate soci­età di for­mazione esisten­ti in Italia. Com­p­lesso quel­lo di Cavaion che esprime una doppia realtà, soprat­tut­to quel­la di una scelta azien­dale che pun­ta al tar­get del cliente d’affari.Ma trovan­dosi l’al­ber­go alle spalle del Gar­da ecco che nei mesi estivi diven­ta meta del tur­is­mo inter­nazionale. Un cen­tro quin­di che abbina alle carat­ter­is­tiche di hotel a quat­tro stelle una zona con­gres­suale fun­zionale e che offre nel­lo stes­so tem­po calore e pratic­ità per la cura dei mate­ri­ali adot­ta­ta e per lo stile architet­ton­i­co. “Un otti­mo pun­to di rifer­i­men­to per tut­ti gli oper­a­tori tur­is­ti­ci garde­sani”, ha evi­den­zi­a­to nel cor­so del­la con­feren­za stam­pa Giuseppe Loren­zi­ni, pres­i­dente del­l’U­nione garde­sana alber­ga­tori verone­si. “Ma anche un momen­to impor­tante di conoscen­za e con­fron­to con le aziende del con­tract che han­no dimostra­to, nel­la real­iz­zazione del­l’Eu­ro­con­gres­si Hotel, di essere all’a­van­guardia per tec­nolo­gie di costruzione, di con­trol­lo e sicurezza”.Provocatorio l’in­ter­ven­to del sin­da­co di Cavaion che ha colto l’oc­ca­sione del Forum 2000 per con­testare la nuo­va legge regionale sulle strut­ture com­mer­ciali che viene in par­ti­co­lare a penal­iz­zare i Comu­ni del­l’en­troter­ra garde­sano. “Invece di guardare alla qual­ità delle strut­ture, come a quel­la che ci tro­vi­amo, la Regione”, ha pun­tu­al­iz­za­to Gian­car­lo Sabai­ni, “rimane fer­ma alla quan­tità dei posti let­to. A questo pun­to a noi ammin­is­tra­tori dei Comu­ni di serie B non res­ta che andare alla ricer­ca di un lagher anche usato per arrivare ai 1500 posti let­to imposti dalle nuove norme per far parte dei Comu­ni turistici”.Clou del­la tre giorni il Forum ded­i­ca­to alle attrez­za­ture e tec­nolo­gie del set­tore alberghiero e con­gres­suale allesti­to nel­l’enorme salone polifun­zionale sud­di­vi­so in una trenti­na di stand. Even­to arric­chi­to da una serie di con­feren­ze che ha affronta­to temi di grande inter­esse e attual­ità: dalle soluzioni tec­niche per l’a­cus­ti­ca degli alberghi (rela­tore Fed­eri­co Tedeschi) alle scelta di risparmio ener­geti­co e sal­va­guardia ambi­en­tale (Pao­lo Big­gi e Mar­co Pietropoli); dal­la san­i­fi­cazione ambi­en­tale e il trat­ta­men­to delle acque di pisci­na nelle strut­ture ricettive (Ste­fano Cam­pagna e Davide Dameri) alla cli­ma­tiz­zazione a gas e nuovi van­tag­gi nel­la creazione del com­fort ambi­en­tale (Alber­to Lodi e Wal­ter Livraghi). Il tut­to patro­ci­na­to dal­la Provin­cia di Verona, dal­l’Or­dine degli ingeg­neri, dal­la , dal Comune di Cavaion, dal­l’U­gav e Assogardacamping.

Parole chiave: