Desenzano e Sirmione affollate di turisti. Per il cenone più ambìti i ristoranti degli alberghi. Centomila persone fra residenti e ospiti. Pronte 20.000 bottiglie di spumante

Garda da tutto esaurito per l’ultimo

31/12/2002 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Basso lago

È un buon quel­lo che moltissi­mi ospi­ti si apprestano a fes­teggia­re nel bas­so Gar­da. Preno­tazioni e pre­sen­ze han­no addirit­tura super­a­to le aspet­ta­tive. È il caso di Sirmione dove gli oltre 25 alberghi aper­ti, com­pre­so il , reg­is­tra­no più tur­isti rispet­to allo scor­so anno. Ed è da tut­to esauri­to, anche se per una sola notte, il fine anno a Desen­zano, che con­fer­ma il ruo­lo che la cit­tà ha di cap­i­tale del Gar­da anche nel com­par­to del diver­ti­men­to e dei locali not­turni e da bal­lo. Pro­poste per salutare in alle­gria l’anno nuo­vo arrivano dal al Fura, al Dehors di Lona­to ai moltissi­mi locali e pub dove si fa musi­ca dal vivo. E stuzzi­cano l’appetito i molti ris­tora­tori in attiv­ità e gli alber­ga­tori che han­no orga­niz­za­to il clas­si­co cenone con orches­tra. Insom­ma, non c’è che l’imbarazzo del­la scelta per chi pun­ta sui locali. Molto get­to­na­ta rimane la clas­si­ca cena in famiglia con gli ami­ci, panet­tone, spumante e bot­ti per la mez­zan­otte. Sul fronte pret­ta­mente tur­is­ti­co buone, anzi ottime notizie arrivano da Sirmione che si appres­ta a chi­ud­ere una sta­gione pos­i­ti­va quan­to ad arrivi e pre­sen­ze. Così è anche per il fine anno. «L’andamento è davvero buono — con­fer­ma Dino Barel­li, pres­i­dente degli alber­ga­tori cit­ta­di­ni -. C’è molto movi­men­to, le pre­sen­ze nei 25 alberghi aper­ti sono numerose, decisa­mente in aumen­to rispet­to al Capo­dan­no scor­so. E poi le preno­tazioni in alber­go non sono lim­i­tate ad una sola gior­na­ta ma improntate ad un sog­giorno più lun­go. Sono aper­ti anche qua­si tut­ti i negozi fin da pri­ma di così che chi viene a Sirmione può passeg­gia­re e fare shop­ping. E se c’è qual­cuno inter­es­sato a fare le cure ter­mali è aper­to a Colom­bare anche lo sta­bil­i­men­to Vir­gilio». «Fac­ciamo il pieno per una notte, gra­zie anche alla crociera — con­fer­ma Vit­to­rio Ceri­ni, tito­lare del Park Hotel -. Ma a Desen­zano gli alberghi aper­ti (dunque i posti let­to disponibi) sono meno del­lo scor­so anno, dunque avre­mo, com­p­lessi­va­mente, pre­sen­ze infe­ri­ori. Quan­to ai prezzi per il cenone di Capo­dan­no li ho abbas­sati per chi­ud­ere le preno­tazioni. Scon­ti han­no prat­i­ca­to gli alber­ga­tori a chi ha preno­ta­to per più not­ti». A Desen­zano solo il Park Hotel e l’Estèe han­no orga­niz­za­to il tradizionale cenone. Per il resto, da Sirmione a Desen­zano alla Valte­n­e­si, molti han­no scel­to i ris­toran­ti. I gio­vanis­si­mi pun­tano sui locali da bal­lo, su quel­li dove mescolano cibo e musi­ca dal vivo sen­za dis­deg­nare una trasfer­ta in cit­tà per fes­teggia­re l’anno che arri­va in piaz­za a Bres­cia come a Verona e Man­to­va. Nel bas­so lago solo Sirmione ha orga­niz­za­to una not­ta­ta all’insegna del ghi­ac­cio, con la pos­si­bil­ità di pat­tinare sul­la pista allesti­ta in piaz­za Mer­ca­to a Colom­bare, con fuochi d’artificio, panet­tone e brin­disi di mez­zan­otte. Sono tut­ti esauri­ti, da giorni ormai, i posti per la crociera di Capo­dan­no orga­niz­za­ta dal­la che met­terà in acqua le due ammi­raglie Tonale e Bren­nero. Sta­vol­ta i parte­ci­pan­ti godran­no di cenone a buf­fet, orches­tra e musi­ca. La più get­to­na­ta, tut­tavia, sem­bra anco­ra la ser­a­ta in casa con gli ami­ci. E sul Gar­da, nel cor­so di una notte si cal­co­la che per i cir­ca 100.000 fra res­i­den­ti e ospi­ti ver­ran­no stap­pate all’incirca 20.000 bot­tiglie di spumante e una… valan­ga di panet­toni e pan­doro. Dif­fi­cile azzardare pre­vi­sioni invece sui bot­ti, in costante crescendo.

Parole chiave: -