Gienne Novembre 2022

Non solo turismo!

Il Gar­da, e il suo ter­ri­to­rio è con­sid­er­a­to pret­ta­mente ad inter­esse tur­is­ti­co! E nes­suno può con­tes­tar­lo. Ma attorno ad esso, nelle sue val­li, colline e pia­nure esiste anche il mon­do agri­co­lo fra le cui eccel­len­ze pro­dut­tive emerge la pro­duzione vini­co­la, segui­ta, a mio modesto avvi­so, da quel­la lattiero-caseario.
E pro­prio dal­la viti­coltura emer­gono, alcu­ni assur­ti ormai a fama inter­nazionale, come il ed il Chiaretto.
Sicu­ra­mente in tes­ta a tut­ti primeg­gia nel­la pro­duzione, nei con­su­mi e nelle esportazioni il Lugana che in pochissi­mi decen­ni ha qua­dru­pli­ca­to o quin­tu­pli­ca­to la super­fi­cie vita­ta e di rif­lesso la pro­duzione, man­te­nen­do nel­lo stes­so tem­po alti i prezzi com­mer­ciali delle sue uve e mod­er­ata­mente medi i prezzi delle bottiglie.
Da poco con­clusa la ora si attende il prodot­to, pro­prio per i pri­mi di novem­bre è pre­vista l’immissione, anche se in quan­tità lim­i­tate, del pri­mo vino “vendem­mia ‘22”, il Nov­el­lo. Per i tipi­ci Lugana, Chiaret­to, ed altre denom­i­nazioni bisogn­erà atten­dere anco­ra qualche mese. Intan­to è inizia­ta anche la rac­col­ta delle olive che, assieme ai vini, promet­tono pro­duzioni eccellenti.
Non a caso questi prodot­ti van­no egre­gia­mente a brac­cet­to con il tur­is­mo, che in questo peri­o­do è, pos­si­amo dire, in letar­go. Non vi è tur­ista che al ritorno dalle vacanze garde­sane non si por­ti a casa qualche bot­tiglia di garde­sano. Negli ulti­mi anni la mag­gior parte delle aziende si è dota­ta di un show-room in cui è pos­si­bile degustare la pro­pria pro­duzione vini­co­la, spes­so affi­an­ca­ta da altri prodot­ti come con­fet­ture e dis­til­lati (grappe, nat­u­rali o aromatizzate).
E pro­prio queste realtà pre­sen­ti in gran parte del ter­ri­to­rio garde­sano sono diven­tate pro­tag­o­niste delle escur­sioni tur­is­tiche che, attra­ver­so bus, minibus o bus navet­ta, por­tano il tur­ista a vis­itare la pro­pria azien­da con lo scopo, evi­dente, di “pro­muo­vere” i pro­pri prodotti.
Quin­di alle ormai clas­siche e irri­n­un­cia­bili escur­sioni nelle vicine cit­tà d’arte, per for­tu­na moltissime vicine a noi, al Gar­da, si sono aggiunte queste escur­sioni nelle can­tine e, per­ché no, anche nelle enoteche.
Tut­to questo anche per ricor­dare che si stan­no avvic­i­nan­do le fes­tiv­ità natal­izie e di fine anno e quin­di invece di optare per regali o con­su­mi nazion­ali e inter­nazion­ali doniamo o brindi­amo con pro­duzioni garde­sane: i nos­tri spuman­ti non han­no nul­la da invidiare ver­so nomi più bla­sonati o cos­tosi, siamo eccel­len­ze anche in questo!
Cin Cin!

Scar­i­ca il PDF

167° Gien­ne — Novem­bre 2022


Tutti i PDF di Gienne - Anche sul Canale Telegram