Una cartolina celebra il recente air show

Gli aviatori oggi festeggiano la patrona e inaugurano la nuova sede.

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Peschiera del Garda

L’associazione Arma aero­nau­ti­ca di Peschiera fes­teggia oggi la ricor­ren­za del­la Madon­na di Lore­to, patrona degli avi­a­tori. Alle ore 10.30, alla pre­sen­za di autorità mil­i­tari e civili, sarà inau­gu­ra­ta la nuo­va sede del sodal­izio, real­iz­za­ta nel­la palazz­i­na stor­i­ca di , dove re Vit­to­rio Emanuele orga­niz­zò durante la Pri­ma guer­ra mon­di­ale, la famosa resisten­za sul Piave. Nel cor­so dell’inaugurazione sarà ricor­da­ta la figu­ra di Aldo Tas­si, uno dei fau­tori del­la costruzione del­la nuo­va sede, recen­te­mente scom­par­so. La nuo­va sede pre­sen­terà una vera e pro­pria sala muse­ale ded­i­ca­ta alla rac­col­ta di cimeli fotografi­ci ed ogget­tis­ti­ca stor­i­ca aero­nau­ti­ca, tra cui un raris­si­mo parafreno di un jet F‑104 ed una divisa mil­itare del pri­mo con­flit­to mon­di­ale. Ci sarà anche la pos­si­bil­ità di vision­are una rac­col­ta fotografi­ca ded­i­ca­ta alla sto­ria del­la vita asso­cia­ti­va. Dopo l’inaugurazione i parte­ci­pan­ti, accom­pa­g­nati dal­la ban­da musi­cale cit­tad­i­na, arriver­an­no in cor­teo sino alla chiesa par­roc­chiale di San Mar­ti­no, dove sarà offi­ci­a­ta la mes­sa con la parte­ci­pazione del­la corale diret­ta dal mae­stro Pietro Dalai. Seguirà, al Par­co degli avi­a­tori, la depo­sizione del­la coro­na d’alloro al mon­u­men­to ded­i­ca­to ai cadu­ti dell’Aeronautica. Il ritro­vo pros­eguirà con un pran­zo sociale al ris­torante Al fiore con l’intervento del nuo­vo coman­dante del Repar­to mobile di sup­por­to, colon­nel­lo Ste­nio Vec­chi, e la parte­ci­pazione del team tec­ni­co che ha orga­niz­za­to «Ali su Peschiera del Gar­da», la man­i­fes­tazione aerea che l’8 set­tem­bre ha rac­colto oltre 70 mila per­sone sulle rive aril­i­cen­si. I parte­ci­pan­ti saran­no omag­giati con un sin­go­lare ricor­do: una car­toli­na esclu­si­va real­iz­za­ta con una foto aerea degli anni ’30, che immor­ta­la una squadriglia in for­mazione acro­bat­i­ca sul ter­ri­to­rio scaligero. Tale raris­si­ma immag­ine, dimen­ti­ca­ta in un vec­chio baule, era tor­na­ta alla luce e dona­ta pro­prio in occa­sione dell’air show. Gli appas­sion­ati che l’avevano preno­ta­ta a fine estate, la pos­sono riti­rare gra­tuita­mente all’info point dell´Associazione in via Galilei dal seg­re­tario Lui­gi Marchi (tel. 045.7553086).

Parole chiave: