Domani serata di gala con una cerimonia nel Palazzo dei congressi Dal mondo dell’arte a testimone del Garda classico

Goldin è ambasciatore

24/06/2004 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Claudio Andrizzi

Mar­co Goldin, orga­niz­za­tore dell’evento «Bres­cia-Lo splen­dore dell’arte 2004–2008», è il nuo­vo Ambas­ci­a­tore del Gar­da Clas­si­co. L’onoreficenza, idea­ta otto anni fa dal Con­sorzio per la tutela dei vini del Gar­da Clas­si­co, ver­rà con­seg­na­ta domani in una ser­a­ta di gala che ter­rà ban­co nel­la cor­nice del Palaz­zo dei con­gres­si di Limone. A far gli onori di casa, il pres­i­dente del Con­sorzio Pao­lo Turi­na, che con­seg­n­erà anche gli altret­tan­to tradizion­ali riconosci­men­ti di «Ami­co del Gar­da» ad Alber­to Folonari (pres­i­dente del­la Fon­dazione Cab e pro­mo­tore di «Bres­cia cit­tà d’arte») e a Vito Inti­ni, del­e­ga­to Onav per la Lom­bar­dia. L’«Ambasciatore del Gar­da Clas­si­co» è la prin­ci­pale man­i­fes­tazione pro­mozionale del Con­sorzio che asso­cia i pro­dut­tori vitivini­coli del­la riv­iera bres­ciana del : un even­to che pun­ta a seg­nalare quelle per­son­al­ità del mon­do del­la cul­tura, del tur­is­mo e dell’imprenditoria che più di altre si sono dis­tinte, nei rispet­tivi campi, per l’opera di val­oriz­zazione dell’immagine del Gar­da e dei suoi . Quest’anno, come si vede, il con­siglio dell’organismo con­sor­tile ha priv­i­le­gia­to il mon­do dell’arte, deci­den­do di pre­mi­are un per­son­ag­gio arriva­to a Bres­cia da poco ma già sul­la boc­ca di tut­ti. Goldin è infat­ti l’uomo gui­da degli even­ti d’arte che seg­n­er­an­no la pro­gram­mazione di Bres­cia Musei per il prossi­mo quadri­en­nio, a par­tire dall’attesissima mostra «Mon­et, la Sen­na e le Nin­fee» che ver­rà inau­gu­ra­ta ad otto­bre, e del­la quale a Limone Goldin par­lerà in antepri­ma, pre­sen­tan­do anche tre opere di gran­di maestri dell’Impressionismo eccezional­mente in espo­sizione durante la ser­a­ta. La ser­a­ta di gala, che è orga­niz­za­ta in col­lab­o­razione con il comune di Limone, sarà ris­er­va­ta ad autorità ed addet­ti ai lavori, ma godrà di un’appendice «pub­bli­ca» che, dalle 17.30 alle 19.30, con­sen­tirà ai cit­ta­di­ni e agli ospi­ti già numerosi di Limone di degustare i vini del Gar­da Clas­si­co in abbina­men­to con le pro­duzioni tipiche del par­co dell’Alto Gar­da, che eccelle in par­ti­co­lar modo per pro­duzioni casearie di alto liv­el­lo (come il recen­te­mente riscop­er­to Tombea) e nell’olio extravergine di oliva.

Parole chiave: