Domenica Provincia e Comune consegnano un attestato di riconoscenza alle associazioni impegnate nell’emergenza. In piazza Vittoria verranno «premiati» 960 volontari di 61 gruppi di protezione civile

Grazie agli «angeli» dei terremotati

19/11/2005 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Eugenio Barboglio

Ses­san­tuno asso­ci­azioni di ver­ran­no pre­mi­ate domeni­ca ven­ti novem­bre, ad un anno dal ter­re­mo­to che colpì il Gar­da e la Vallesab­bia. La cer­i­mo­nia si svol­gerà a Salò, epi­cen­tro almeno sim­bol­i­co del sis­ma, cit­tà pro­fon­da­mente feri­ta e anco­ra oggi alle prese con immen­si prob­le­mi logis­ti­ci e buro­crati­ci, la lun­ga coda del ter­re­mo­to del 24 novem­bre. Le con­seguen­ze del sis­ma sono infat­ti, in parte, anco­ra sot­to gli occhi, un prob­le­ma quo­tid­i­ano di pratiche per i con­tribu­ti e di per­sone anco­ra sfol­late per le quali in fon­do l’emergenza è anco­ra una realtà. Ma la gior­na­ta di domeni­ca è la gior­na­ta del­la riconoscen­za. Se infat­ti il Gar­da e la Valsab­bia han­no super­a­to momen­ti così dif­fi­cili, dan­dosi una prospet­ti­va di con­cre­to ritorno alla nor­mal­ità è sta­to gra­zie al con­trib­u­to dei 960 volon­tari accor­si al loro capez­za­le. A loro la Provin­cia di Bres­cia e il Comune di Salò con­seg­n­er­an­no un attes­ta­to che rac­chi­ude il sen­ti­men­to di riconoscen­za del­la popo­lazione feri­ta. «Il suc­ces­so dei volon­tari è sta­to anche il suc­ces­so del mod­el­lo bres­ciano di pro­tezione civile che non si affi­da ad un solo organ­is­mo ma ad una rete di asso­ci­azioni, atti­vate e coor­di­nate nel momen­to del bisog­no» ha det­to il pres­i­dente del­la Provin­cia, Alber­to Cav­al­li. Per lui «su questo schema ora si trat­ta di fare un pas­so in avan­ti pro­muoven­do l’autoprotezione, che con­siste nel dif­fondere le nozioni di pron­to inter­ven­to nel­la popolazione».Domenica sfil­er­an­no i rap­p­re­sen­tat­nti delle 61 asso­ci­azioni che si sono impeg­nate da subito in favore dei ter­re­mo­tati — sono sta­ti ricor­dati nel­la con­feren­za stam­pa di ieri in Bro­let­to gli atti­mi imme­di­ata­mente seguen­ti alle scosse e la stra­or­di­nar­ia cor­sa di sol­i­da­ri­età dal­la provin­cia di Bres­cia e da altre par­ti del Paese. A questo propos­i­to il sin­da­co di Salò, Gian­piero Cipani e l’assessore Aldo Sil­vestri, han­no este­so il ringrazi­a­men­to «a col­oro la cui offer­ta di disponi­bil­ità è sta­ta dec­li­na­ta per­chè era già suf­fi­ciente quel­la che c’era e si rischi­a­vano sovrap­po­sizioni». E lo ha este­so anche «a fig­ure diverse dai volon­tari, par­lo ad esem­pio dei miei tec­ni­ci comu­nali, chia­mati a superla­voro buro­crati­co del post-ter­re­mo­to: han­no agi­to però con lo spir­i­to dei volon­tari». Le pratiche aperte per avere i con­tribu­ti per la ricostruzione e i restau­ri sono oggi 700 ma il rin­vio del ter­mine di pre­sen­tazione per le sec­onde case e gli edi­fi­ci pub­bli­ci las­cia prevedere l’avvio di molte altre. Per l’assessore provin­ciale Cor­ra­do Sco­lari è però impor­tante che si met­ta fine alle pro­roghe «per fare final­mente una sti­ma defin­i­ti­va di quan­to c’è anco­ra da fare e a che cos­to». La sola pro­ro­ga che è invece asso­lu­ta­mente indis­pens­abile — e che cer­ta­mente ver­rà data — è quel­la rel­a­ti­va al pro­trar­si del­lo sta­to di emer­gen­za for­mal­mente a ter­mine il 30 novem­bre: «Solo così infat­ti con­tin­uer­an­no ad essere pagati agli sfol­lati le inden­nità di autono­ma sis­temazione, in prat­i­ca il prez­zo degli affit­ti che sop­por­ta chi è anco­ra costret­to fuori di casa».La cer­i­mo­nia si ter­rà alle 10 in piaz­za del­la Vit­to­ria a Salò alla quale parteciperà, oltre alle autorità region­ali, provin­ciali e comu­nali anche il prefet­to, Maria Tere­sa Cortel­lessa dell’Orco. Alle 11 ver­rà cel­e­bra­ta una mes­sa in Duo­mo, quin­di un rin­fres­co. L’Assessorato provin­ciale alla pro­tezione civile alle­stirà anche uno stand infor­ma­ti­vo delle attiv­ità svolte durante il ter­re­mo­to e la mostra fotografi­ca «24 novem­bre 2004… il ter­re­mo­to dei bresciani».

Parole chiave: