Pozzolengo: l’associazione è guidata da Bruno Croveglia, ex sindaco di Desenzano

I Cavalieri d’Italia raccolgono fondi

18/11/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo
m.to.

Oltre cen­to soci ader­en­ti e tante inizia­tive in procin­to di vedere la luce. Si trat­ta di realtà e pro­gram­mi delin­eati da Bruno Croveg­lia, alla gui­da del­la Sezione provin­ciale dei Cav­a­lieri d’I­talia da cir­ca un mese, che ora intende allargare l’as­so­ci­azione apren­do le porte a «tut­ti col­oro che sono sta­ti insigni­ti di onori­f­i­cen­ze». Croveg­lia è per­son­ag­gio noto non solo a Poz­zolen­go ma anche nel resto del Gar­da, essendo sta­to sin­da­co di Desen­zano negli anni Novan­ta e uomo di spic­co del­la Dc, cor­rente pran­dini­ana. Ora, dopo la nom­i­na alla gui­da del­la sezione bres­ciana dei cav­a­lieri d’I­talia, ricos­ti­tui­ta due anni fa e inti­to­la­ta al com­pianto pri­mo pres­i­dente Egidio Maf­fez­zoni, il sodal­izio intende allargare i pro­pri con­fi­ni e avviare una serie di inizia­tive uman­i­tarie. Per esem­pio, ricor­da Croveg­lia, «il numero attuale dei soci ha super­a­to il numero di cen­to, poi abbi­amo orga­niz­za­to even­ti di carat­tere sociale, cul­mi­nati nel­l’is­ti­tuzione del Pre­mio del­la Bon­tà asseg­na­to negli ulti­mi due anni all’As­so­ci­azione scle­rosi mul­ti­pla». «Il nos­tro obi­et­ti­vo res­ta però quel­lo di aggre­gare anche altre per­sone insignite di onori­f­i­cen­ze al mer­i­to, acquisite per l’im­peg­no, l’in­tel­li­gen­za e la capac­ità mes­si in mostra nelle loro attiv­ità: questo ci per­me­t­terà — osser­va l’ex sin­da­co di Desen­zano — di imprimere mag­giori impul­si alla vita del­la sezione ed alla real­iz­zazione dei suoi scopi». Nel frat­tem­po, Croveg­lia lan­cia la cam­pagna di iscrizione: la quo­ta per il 2004 è di 60 euro per la pri­ma vol­ta (il rin­no­vo invece 31 euro). Infor­mazioni al tel. 030.397447.