I pericoli della rete e le possibili soluzioni

Parole chiave:
Di Redazione

Incon­tro di appro­fondi­men­to sui rischi di inter­net: ven­erdì 19 aprile alle 20.30 pres­so la scuo­la media “Camil­lo Tarel­lo” di Lona­to del Gar­da.

Nav­i­gare in inter­net può essere diver­tente e sti­molante, ma anche molto peri­coloso, spe­cial­mente per i più gio­vani che non han­no cog­nizione dei rischi e delle ‘trap­pole’ del­la rete. Capire come è pos­si­bile pre­venire i vari dis­a­gi e peri­coli del web è lo scopo dell’incontro di appro­fondi­men­to orga­niz­za­to dal Comune di Lona­to del Gar­da ven­erdì 19 aprile alle 20.30.

L’Assessorato alla Cul­tura e quel­lo ai invi­tano la cit­tad­i­nan­za e quan­ti sono inter­es­sati e sen­si­bili al tema a una con­feren­za aper­ta a tut­ti, nell’aula magna del­la scuo­la media “Camil­lo Tarel­lo” di Lona­to, dove due esper­ti di tec­nolo­gie infor­matiche e con­sulen­ti per numerose pro­cure ital­iane par­ler­an­no di “Inter­net, peri­coli e soluzioni”. La ser­a­ta a entra­ta lib­era è pen­sa­ta per gen­i­tori, inseg­nan­ti, edu­ca­tori… e chi­unque voglia saperne di più sull’argomento, al fine di pre­venire atti di bullis­mo, ped­ofil­ia e abu­so di minori, peri­coli di Face­book e altri social-net­work, cyber bullis­mo, sicurez­za in casa e in uffi­cio.

Gli esper­ti Cesare Mari­ni e Ful­vio Guat­ta, anal­ista infor­mati­co forense, rispon­der­an­no alle domande del pub­bli­co e porter­an­no casi con­creti, avvenu­ti anche nel ter­ri­to­rio bres­ciano, per spie­gare il fenom­e­no dei reati in rete e dis­cutere sulle pos­si­bili vie per arginare rischi e dis­a­gi.

Dichiara l’assessore alla Cul­tura di Lona­to del Gar­da Vale­rio Sil­vestri: «L’Assessorato alla Cul­tura come anche i Servizi sociali, e in gen­erale tut­ta la nos­tra ammin­is­trazione, sono da sem­pre sen­si­bili alla prob­lem­at­i­ca del dis­a­gio gio­vanile nel­la nos­tra zona, in par­ti­co­lare, ded­i­can­do energie e prog­et­ti per sen­si­bi­liz­zare la popo­lazione e met­tere in cam­po attiv­ità a scopo pre­ven­ti­vo. Abbi­amo accolto da subito, con grande inter­esse, la pro­pos­ta di Cesare Mari­ni e Ful­vio Guat­ta, esper­ti in ambito infor­mati­co forense, che ci pos­sono aiutare a capire meglio il lato più oscuro di inter­net e ad edu­care i nos­tri ragazzi all’utilizzo con­sapev­ole di tale stru­men­to. Come ammin­is­trazione siamo aper­ti ad altre col­lab­o­razioni e occa­sioni di appro­fondi­men­to nel set­tore del­la pre­ven­zione e sem­pre nell’interesse dei gio­vani, che sono il futuro del­la nos­tra comu­nità».

Parole chiave: