Esposizione nazionale di piante e fiori rari Palazzo Bettoni Cazzago, Bogliaco di Gargnano (BS), Lago di Garda - 29-3 0 Aprile I Maggio 2006

Il Giardino di Delizia

26/04/2006 in Manifestazioni
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Com­pli­ci la stra­or­di­nar­ia bellez­za del gia­rdi­no set­te­cen­tesco in cui è ospi­ta­ta, la dol­cez­za del pae­sag­gio e la cura dell’organizzazione, quel­la del , a palaz­zo Bet­toni Caz­za­go, si con­fer­ma come la più raf­fi­na­ta tra le mostre di pri­mav­era. Come sem­pre i vari set­tori espos­i­tivi, dis­posti con sapien­za tra le antiche limon­aie, pon­gono atten­zione alla tradizione gia­r­dinis­ti­ca del lago, alle nuove ten­den­ze cul­tur­ali, al recu­pero ed alla dif­fu­sione di specie rare con piante da fiore, da frut­to, aro­matiche, da ombra e da top­i­aria colti­vate dai più esclu­sivi ed appas­sion­ati pro­dut­tori. In un con­testo uni­co per pae­sag­gio e cul­tura, gli appas­sion­ati del verde che fre­quen­tano la mostra del lago di Gar­da san­no di ritrovare colti­va­tori, ormai divenu­ti vec­chi ami­ci, che ogni anno pro­pon­gono le novità del­la loro pro­duzione. Vici­no al casel­lo dei limoni si incon­tra Ugo Fior­i­ni dell’azienda “Belfiore”, con le sue stra­or­di­nar­ie piante da frut­to antiche, noto ormai anche tra gli arche­olo­gi per aver con­tribuito alla ricostruzione dei viri­daria romani al di San­ta Giu­lia. Alvaro Beschi dell”Antica Pieve” lo si ritro­va invece sem­pre oltre l’esedra intorno alla peschiera grande, tra le sue innu­merevoli piante acquatiche e da riva. Gian­car­lo Roselli­ni, che cura il dis­eg­no del parterre con vasi di limoni, cedri e cehinot­ti, espone le sue collezioni di agru­mi rari vici­no alle antiche limon­aie, dove un tem­po si colti­va­vano la famosa “madern­i­na” ed il “cedro di salò”. Poi è la vol­ta di Gabriel­la Udi­ni (Fior­la­go) con le maestose acid­ofile da fiore, di Enri­co Car­lon (Stra­no ma Verde) con le erbacee spe­ciali, di Ange­lo Rat­to con [e aro­matiche bio­logiche e le lavande, di Raziel con i rari bul­bi da fiore, di Mon­tà con le superbe peonie, di Fenix, di Fes­sia, di Alber­to Raf­fet­ti (Pelargo­ni­um) con le innu­merevoli vari­età di gerani, dei Vivai Cuba con le sue famose cac­tacee, e di molti altri pro­dut­tori di iris, rampi­can­ti, cespugli da fiore,e soprat­tut­to rose. Novità asso­lu­ta: la riscop­er­ta del­la Camelia “Vergine di Col­iebeato”, una bel­lis­si­ma cul­ti­var dai fiori can­di­di, selezion­a­ta in una vil­la vici­no a Bres­cia nel 1850.

Parole chiave: -