Ordinanza per scongiurare il rischio di carenze

Il sindaco contro la siccità «Vietato innaffiare i fiori»

02/06/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(s.b.)

Il sin­da­co ha emana­to l’ordinanza di divi­eto di innaf­fi­are prati, orti, gia­r­di­ni e piazze, con decor­ren­za imme­di­a­ta fino a tut­to il 30 set­tem­bre 2007. La deter­mi­nazione del sin­da­co è sca­tu­ri­ta prin­ci­pal­mente dal per­du­rare dell’assenza di pre­cip­i­tazioni che pos­sono di fat­to risol­vere il grave sta­to di caren­za idri­ca degli acquiferi di fal­da e dal forte e cres­cente con­sumo di acqua des­ti­na­ta all’utilizzo umano che fuori­esce dagli acque­dot­ti comunali.Vi è infat­ti, pro­prio in questi giorni, un con­sis­tente afflus­so tur­is­ti­co e soprat­tut­to un indis­crim­i­na­to e sre­go­la­to uso del­l’ac­qua, le cui oper­azioni deter­mi­nano in maniera inequiv­o­ca­bile l’abbassamento delle falde idriche sul ter­ri­to­rio comunale.L’amministrazione ha quin­di ritenu­to nec­es­sario ed urgente a questo pun­to dis­ci­pli­nare il con­sumo dell’acqua in virtù del fat­to che è nec­es­sario pre­venire ed evitare dan­ni alla salute pubblica.È quin­di asso­lu­ta­mente vieta­to dalle 6 alle ore 2 l’utilizzo del­l’ac­qua des­ti­na­ta al con­sumo umano derivante dall’acquedotto comu­nale per l’innaffiamento dei prati, orti, gia­r­di­ni, piazze, cor­tili, strade, a mez­zo di tubazioni in gom­ma o plas­ti­ca. Cos­ti­tu­isce esen­zione all’ottemperanza del­l’or­di­nan­za even­tu­ali inter­ven­ti che com­porti­no l’u­so di acqua da effe­t­u­ar­si su pre­cisa dis­po­sizione dell’amministrazione comu­nale su suo­lo e pro­pri­età pub­bli­ci, pres­so scuole e asili, nonchè gli atting­i­men­ti di acqua dagli approvvi­gion­a­men­ti autono­mi delle strut­ture tur­is­ti­co ricettive.A chi non si adeguerà sarà com­mi­na­ta una sanzione ammin­is­tra­ti­va da 25,00 a 500,00 euro. Il coman­do di polizia locale, i e le forze dell’ordine sono incar­i­cate di vig­i­lare sul­la del­la cor­ret­ta ese­cuzione del­la pre­det­ta ordi­nan­za.

Parole chiave: