Operatori a confronto il 19-20 ottobre a Rivoltella

Il turismo sul Benaco: gran finale di stagione con la Borsa dei laghi

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Tor­na la Bor­sa dei Laghi, giun­ta quest’an­no alla sua quin­ta edi­zione. Il work­shop tur­is­ti­co, nato per pro­muo­vere il tur­is­mo sui laghi e per val­oriz­zare il pat­ri­mo­nio lacus­tre ital­iano, è in pro­gram­ma ven­erdì 19 e saba­to 20 otto­bre nel­la splen­di­da cor­nice di Vil­la Tassi­nara, a Riv­oltel­la. Per due giorni nela cit­tad­i­na garde­sana si daran­no appun­ta­men­to una quar­an­ti­na di tour oper­a­tor esteri, scelti e selezionati da Enit, prove­ni­en­ti da nove Pae­si (Aus­tria, Svizzera, Ger­ma­nia, Dan­i­mar­ca, Bel­gio, Olan­da, Gran Bre­tagna, Fran­cia e Svezia), avran­no l’oc­ca­sione di incon­trare i rap­p­re­sen­tan­ti del­l’of­fer­ta tur­is­ti­ca lacuale ital­iana (le asso­ci­azioni di cat­e­go­ria, i con­sorzi di pro­mozione, i sin­da­cati degli alber­ga­tori, i tito­lari delle strut­ture ricettive, sportive, di servizio) con lo scopo di definire per­cor­si comu­ni di val­oriz­zazione e com­mer­cial­iz­zazione del «prodot­to-lago». Al work­shop sarà affi­an­ca­to un edu­ca­tion­al tour di due giorni, dal saba­to alla domeni­ca, sui laghi di Gar­da e d’Iseo, al quale parteciper­an­no tut­ti gli oper­a­tori esteri invi­tati alla Bor­sa di Desen­zano. I laghi ital­iani sono ai prim­is­si­mi posti in Italia quan­to a numero di pre­sen­ze, dopo le cit­tà d’arte e la Riv­iera adri­at­i­ca. Si par­la di 18 mil­ioni di pre­sen­ze di tur­isti all’an­no con un giro d’af­fari di cir­ca 5 mila mil­iar­di. Nat­u­ral­mente a fare la parte del leone c’è il Gar­da che, fra cos­ta trenti­na, vene­ta e lom­bar­da, gui­da la clas­si­fi­ca ital­iana. Una realtà che dove­va nec­es­sari­a­mente svilup­par­si e dotar­si di un luo­go di inter­scam­bio, una bor­sa tur­is­ti­ca d’af­fari a tut­ti gli effet­ti. E’ nata così cinque anni fa, per inizia­ti­va di Pro-Brix­ia, l’azien­da spe­ciale del­la Cam­era di Com­mer­cio di Bres­cia, la Bor­sa dei Laghi d’I­talia, che ha scel­to la for­mu­la del work­shop ris­er­va­to agli addet­ti ai lavori, con uno spazio di con­trat­tazione tra gli oper­a­tori del­la doman­da e quel­li del­l’of­fer­ta. Inoltre, l’ap­pun­ta­men­to di Desen­zano guar­da più in là. Mira cioe ad essere occa­sione di cresci­ta anche delle poten­zial­ità tur­is­tiche delle cit­tà lim­itrofe ai laghi e dell’entroterra che, a liv­el­lo artis­ti­co, cul­tur­ale ed ambi­en­tale può com­pletare una vacan­za che abbia il lago come cen­tro stanziale e come sede e rifer­i­men­to pri­mario. Sicu­ra­mente, uno spazio notev­ole se lo potrà ritagliare l’en­troter­ra garde­sano che, in questi ulti­mi tem­pi, sta offren­do uno stra­or­di­nario sce­nario di tesori artis­ti­ci e cul­tur­ali. Bas­ta pen­sare ai tesori che stan­no venen­do alla luce alla e alla pieve di San­t’E­mil­iano, a Padenghe. Sen­za dimen­ti­care, infine, la vas­ta gam­ma di pro­poste che il lago può fornire: dalle attrez­za­ture sportive (golf, maneg­gi, ciro­cli veli­ci) ai cen­tri di salute e ter­mali, dagli itin­er­ari cul­tur­ali a quel­li enogas­tro­nomi­ci. Per infor­mazioni sul­la Bor­sa dei Laghi si può con­tattare il n. verde 800.930962 oppure diret­ta­mente a Vil­la Tassinara.

Parole chiave: