I vecchi giocattoli del comandante una collezione unica

In mostra da domani

07/03/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Domani, 8 mar­zo, alle ore 11, a Gar­done Riv­iera, nel­lo spazio espos­i­ti­vo del sot­toteatro del Vit­to­ri­ale, ver­rà inau­gu­ra­ta la mostra «Il gio­cat­to­lo d’e­poca». Sono esposti cir­ca due­cen­to pezzi del peri­o­do che va dal­la fine dell’Ottocento al 1960. Li ha rac­colti, con cer­tosi­na pazien­za, Umber­to Sbarai­ni, attuale coman­dante del­la stazione dei gar­donese, nonchè pub­bli­co min­is­tero ono­rario al Tri­bunale di Salò e istrut­tore nel­la Scuo­la Mares­cial­li di Firen­ze. Sarà pos­si­bile ammi­rare gio­cat­toli in leg­no, stof­fa, car­tone, lamiera litografa­ta e plas­ti­ca, dis­posti in ordine crono­logi­co. Una sezione è com­pos­ta da pupazzi e mar­i­onette raf­fig­u­ran­ti pinoc­chi e cara­binieri: un omag­gio al per­son­ag­gio di Col­lo­di e alla figu­ra del cara­biniere che, nel­l’im­mag­i­nario popo­lare, rap­p­re­sen­ta la gius­tizia e l’or­dine. La scenografia è cos­ti­tui­ta da un mod­el­li­no orig­i­nale in scala del teatro all’aper­to del Vit­to­ri­ale, del famoso architet­to Gian Car­lo Maroni, il prefer­i­to dal Vate. Grande spazio è sta­to ded­i­ca­to a mod­el­li di auto in vari mate­ri­ali, prodot­ti dal 1940 in poi, di orig­ine ital­iana, tedesca, francese e giap­ponese. C’è una raris­si­ma Fer­rari F1 Super­squa­lo a ped­ali, del 1955, in lamiera bat­tuta a mano su cav­al­let­to in leg­no, assem­bla­ta e sal­da­ta in scala 1/7. Una vet­ri­na allesti­ta con mod­el­li­ni Alfa Romeo vuole ren­dere omag­gio a Giuseppe Luraghi, pres­i­dente del Vit­to­ri­ale e cit­tadi­no di Gar­done Riv­iera, uomo di notev­ole cul­tura e padre del­la Giuli­et­ta. In mostra anche alcu­ni pezzi appartenu­ti a Gabriele D’An­nun­zio: due bam­bole di man­i­fat­tura Lenci e due di prove­nien­za francese. L’interessante mostra rimar­rà aper­ta fino al 15 mag­gio, dal mart­edì alla domeni­ca con orario dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 16.30.