Le opere di Franco Costa si possono ammirare al Castello sforzesco di Malcesine ancora per due settimane

In mostra sul Garda il pittore della Coppa America

29/08/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Malcesine

E’ ami­co per­son­ale di Den­nis Con­ner, uno degli skip­per più famosi del­la Cop­pa Amer­i­ca, ed alcune delle sue opere apprez­zate in tut­to il mon­do sono vis­i­bili anco­ra per due set­ti­mane al castel­lo di Mal­ce­sine, oppure all’enote­ca Vdoc. Sti­amo par­lan­do di Fran­co Cos­ta, artista romano in vacan­za in questi giorni con la famiglia sul Gar­da, che ha por­ta­to parte del­la sua collezione sulle sponde del Gar­da, anche se nei suoi dip­in­ti è il mare a far­la da padrone. Il mare e le sue barche, dunque, cosa che lo ha por­ta­to ad essere il pit­tore uffi­ciale dell’America’s Cup e che lo ha spin­to a trasferir­si nel 1987 in Nuo­va Zelan­da. Stu­di clas­si­ci pres­so i Gesuiti al Liceo Mas­si­mo, Cos­ta stu­dia pri­ma armon­i­ca e vio­li­no all’Ac­cad­e­mia di San­ta Cecil­ia a Roma, va a Ginevra per lingue e let­ter­atu­ra francese, poi a Zuri­go dove fre­quen­ta architet­tura e, infine, la scuo­la Arti e Mestieri di Pari­gi. L’in­fluen­za di artisti del cal­i­bro di Stael, Matisse, Le Cor­busier, Felli­ni e Picas­so imp­ri­mono alla sua arte svolte fon­da­men­tali che i numerosi viag­gi attorno al globo “model­lano” anno dopo anno. Ha vis­su­to in Svezia per diver­si anni, dove dipinge molte delle sue opere oggi più richi­este, men­tre è nel 1980 che si avvic­i­na alla vela ed al suo mon­do. In quel­l’an­no, infat­ti, il New York Yacht Club lo nom­i­na artista uffi­ciale del­la Cop­pa Amer­i­ca, “car­i­ca” che rico­prirà di nuo­vo nel 1987 quan­do le regate si dis­putarono a Perth, in Aus­tralia. Nel 1993 crea tre immag­i­ni veliche per le olimpia­di di Bar­cel­lona, men­tre nel 1994, ispi­ra­to dal con­cer­to in Vat­i­cano dipinge “Nev­er more Holo­caust”, un quadro che l’artista don­erà in segui­to a Papa Gio­van­ni Pao­lo Sec­on­do. Fran­co Cos­ta vive a Gen­zano di Roma e le sue opere, oltre che a Mal­ce­sine, si pos­sono ammi­rare on-line nei siti Inter­net www.francocosta.it oppure www.francocosta.com