Inaugurata la nuova linea di navigazione turistica che collega Veneto e Lombardia

Di Luigi Del Pozzo

E’ sta­ta uffi­cial­mente inau­gu­ra­ta una nuo­va lin­ea di tur­is­ti­ca che col­le­ga Vene­to e Lom­bar­dia e che per­me­tte ai tur­isti del­la Valte­n­e­si di pot­er attra­ver­sare il Lago di Gar­da più velo­ce­mente per recar­si a tramite moton­ave.

Una spe­ciale trat­ta, infat­ti, tra la spon­da bres­ciana e la spon­da veronese, col­le­ga diret­ta­mente i por­ti del­la Valte­n­e­si e rac­cor­da gli scali lom­bar­di di Moni­ga, Maner­ba e Portese con il por­to vene­to di Lazise. Si trat­ta di un’attività sen­za prece­den­ti: per la pri­ma vol­ta nel­la sto­ria garde­sana, i tur­isti ospi­tati nelle innu­merevoli strut­ture ricettive del­la Valte­n­e­si, potran­no recar­si al Par­co veronese sen­za l’ausilio del­la pro­pria auto­mo­bile, evi­tan­do i fas­ti­di del traf­fi­co esti­vo nonché la lun­ga cir­cum­nav­igazione.

Un nuo­vo pun­to di incon­tro fra due sponde opposte, in gra­do di offrire una modal­ità alter­na­ti­va per vivere il Lago di Gar­da. Una gita che unisce il relax del viag­gio al diver­ti­men­to del Par­co e che, non da ulti­mo, striz­za l’occhio anche all’ambiente: meno auto, meno inquina­men­to e meno traf­fi­co sulle arterie stradali del lago.

Il servizio ha in pro­gram­ma quat­tro uscite uffi­ciali: il 19 e il 26 giug­no, il 3 e il 10 luglio. La moton­ave salperà alle ore 8,15 dal por­to di Moni­ga, farà sca­lo a Maner­ba (h 08:30) e poi a Portese (h 09:00). L’arrivo a Lazise è pre­vis­to per le ore 10, dove un bus navet­ta con­dur­rà gli Ospi­ti fino al Par­co. La trat­ta di ritorno prevede la parten­za del bus navet­ta dal Par­co alle ore 16:15 con la moton­ave che salperà alle ore 17:20 dal por­to di Lazise.

Se il prog­et­to otter­rà il gius­to gradi­men­to, l’intenzione di Garda­land è quel­la però  di rin­forzare il cal­en­dario con un servizio di corse set­ti­manali. Per le prossime escur­sioni, i posti dovran­no essere pre­ven­ti­va­mente preno­tati pres­so la recep­tion delle attiv­ità ricettive che aderiscono all’iniziativa. Per mag­giori infor­mazioni è pos­si­bile riv­ol­ger­si anche allo speci­fi­co box office di Garda­land al n. 045/6449507).

L’iniziativa è sta­ta inau­gu­ra­ta con una pri­ma usci­ta che ha ospi­ta­to gli oper­a­tori com­mer­ciali ed i rap­p­re­sen­tan­ti isti­tuzion­ali dei ter­ri­tori coin­volti nel prog­et­to. Il pri­mo appro­do è sta­to fes­teggia­to — con un sim­bol­i­co taglio del nas­tro — da , Pres­i­dente del Con­sorzio di Pro­mozione Tur­is­ti­ca “Lago di Gar­da è…”, uni­ta­mente a Pao­lo Berti­ni in rap­p­re­sen­tan­za degli oper­a­tori del­la Valtenesi.Per il Comune di Maner­ba, pre­sen­ti il Sin­da­co Isidoro Berti­ni e il Vice Sin­da­co Fla­viano Mat­tiot­ti; per il Comune di Moni­ga, l’Assessore al Tur­is­mo Pao­la Terzi.

Il prog­et­to di Garda­land è sta­to subito accolto con grande inter­esse per tre impor­tan­ti moti­vazioni” — ha dichiara­to Pao­lo Arte­lio — “Il raf­forza­men­to del con­cet­to del Lago di Gar­da inte­so come entità uni­ca, al di sopra delle sud­di­vi­sioni ter­ri­to­ri­ali. E anco­ra, di pari impor­tan­za, la pos­si­bil­ità di offrire un nuo­va oppor­tu­nità tur­is­ti­ca che con­sen­ta di vivere, in modo diver­so e più com­ple­to, le bellezze del­la riv­iera bena­cense. Infine la pos­si­bil­ità di rag­giun­gere agevol­mente il Par­co con un tem­po di per­cor­ren­za infe­ri­ore a quel­lo dei con­sueti mezzi di trasporto”.