Incontro alla Comunità del Garda con l’Ammiraglio Guardia Costiera Vincenzo Melone

20/05/2017 in Attualità
Iscriviti al nostro canale
Di Luigi Del Pozzo

Si è svolto, presso la sede della Comunità del Garda in Gardone Riviera, un importante incontro fra la presidente della Comunità on. Maria Stella Gelmini ed il Comandante Generale della Guardia Costiera Ammiraglio Vincenzo Melone. Molte le autorità militari delle varie Forze dell’Ordine di Brescia e Verona oltre al Prefetto di Brescia Valerio Valente ed il Questore di Brescia Vincenzo Ciarambino. al tavole dei relatori anche gli assessori alle Infrastrutture, Mobilità e Trasporti della Lombardia Alessandro Sorte e Elisa De Berti assessore ai Lavori Pubblici, Infrastrutture e Trasporti della Regione Vneto. In sala anche l’assessore regionale al Turismo Mauro Parolini ed il presidente Onorario della Comunità del Garda Sen. Avventino Frau artefice della stabilizzazione del servizio, da occasionale e per alcuni mesi, a permanente, per tutto l’anno e 24 ore al giorno, nonché della donazione ai Volontari del Garda del mezzo nautico VOLGA 2026

L’incontro, voluto espressamente dall’On. Gelmini, ha voluto sottolineare l’importanza della presenza, dal 1999, sulle acque gardesane della Guardia Costiera, primo esempio nazionale di presenza in acque interne della Guardia Costiera che, “oltre che a salvare vite umane e a garantire prevenzione e soccorso, qualifica l’offerta del Garda assicurandone – ha affermato l’on. Gelmini – sicurezza e la percezione della sicurezza. La Comunità del Garda promuove e coordina un accordo/protocollo d’intesa esempio virtuoso in Italia di collaborazione continuativa tra i vari livelli: lo Stato e il Governo, con la Guardia Costiera, uomini e mezzi; le Regioni, i Comuni rappresentati dalla Comunità del Garda, con lo scopo di assicurare sicurezza, prevenzione e soccorso”

Sul Garda sono presenti 24 militari che coprono un servizio di h 24 con tre punti  di stazionamento e 4 unità navali: a Salò il Comando e la Centrale  operativa, a Garda e Bogliaco nel periodo estivo. 5 minuti il tempo che trascorre tra l’arrivo alla centrale della chiamata all’effettivo pronto intervento.

Lo scorso anno alla Guardia Costiera gardesana sono giunte 1714 chiamate con  69 interventi e 173 persone soccorse. Sono stati effettuati 991 controlli con 162 sanzioni amministrative ed una percorrenza di 9472 miglia.

L’Ammiraglio Melone nel suo intervento dopo aver ringraziato per l’invito ha rivolto un doveroso ringraziamento ai suoi uomini operanti sul lago di Garda rimarcando al necessità di aumento di personale per poter soddisfare l’enorme mole di lavoro necessaria su queste acque. Disponibilità piena quindi e sopratutto ampia disponibilità a sostenere la presenza sul Garda con ulteriori uomini e mezzi, il tutto in collaborazione con le altre Forze dello Stato e con le pubbliche amministrazioni presenti sull’area gardesana.

Commenti

commenti