Montichiari centro dell’agricoltura dal 15 al 17 febbraio

La F.A.Z.I. regina della zootecnia con eventi internazionali

09/02/2014 in Attualità, Fiere
Di Luigi Del Pozzo

Man­ca una set­ti­mana all’appuntamento con la Fiera Agri­co­la Zootec­nia Ital­iana (F.A.Z.I.) di Mon­tichiari. L’85ª edi­zione è in pro­gram­ma per il prossi­mo week­end, da ven­erdì 15 a domeni­ca 17 feb­braio, al Cen­tro Fiera del Gar­da. Il quartiere è tut­to esauri­to (40mila metri qua­drati cop­er­ti) e fra gli addet­ti ai lavori c’è grande atte­sa per quel­la che è la pri­ma man­i­fes­tazione fieris­ti­ca del 2013 ded­i­ca­ta trasver­salmente all’agricoltura in Italia.

Anche quest’anno – annun­cia il diret­tore del , Ezio Zorzi – tut­ti i padiglioni del quartiere sono occu­pati, tre dei quali sono intera­mente ded­i­cati alla zootec­nia. Ciò sig­nifi­ca che, nonos­tante un anno che per l’agricoltura si annun­cia di atte­sa in vista che l’Unione euro­pea rag­giun­ga un accor­do sul­la Pac, c’è fidu­cia”.

L’attesa è di ricon­fer­mare l’afflusso di cir­ca 40mila vis­i­ta­tori che ogni anno vivono il week­end agro-zootec­ni­co di Mon­tichiari come appun­ta­men­to clou per il set­tore.

L’inaugurazione è fis­sa­ta per saba­to 16, alle ore 11, nel foy­er del Cen­tro Fiera di Mon­tichiari (ingres­so cen­trale – padiglione 5).

Il ring e le mostre zootec­niche. In una provin­cia come quel­la bres­ciana, che rap­p­re­sen­ta una delle punte di dia­mante dell’allevamento “pesante” su scala nazionale, il ring del­la F.A.Z.I. non pote­va non accen­dere i riflet­tori su due even­ti di pri­maria ril­e­van­za: la mostra nazionale del­la raz­za Bruna, orga­niz­za­ta dall’Anarb e pre­vista per saba­to 16 feb­braio e il Dairy Show Inter­na­tion­al Open Hol­stein, ded­i­ca­to alla frisona e orga­niz­za­to col sup­por­to dell’Anafi e delle Apa di Bres­cia e Verona (domeni­ca 17 feb­braio).

Sono oltre 400 i capi iscrit­ti – ipo­tiz­za Zorzi — con una pre­sen­za effet­ti­va di poco infe­ri­ore per le due Rasseg­ne zootec­niche. Questo pre­lude ad un grande spet­ta­co­lo di zootec­nia e sarà, come sem­pre, un’occasione di con­fron­to e di cresci­ta per gli all­e­va­tori”.

Oltre alle mostre di bovi­ni sono con­fer­mate le mostre dei cav­al­li di raz­za Haflinger e Marem­mano, quest’ultima novità del 2012, ricon­fer­ma­ta per il grande inter­esse sus­ci­ta­to fra il pub­bli­co, uni­ta­mente alla mostra cuni­co­la a cura dell’ANCI e la mostra avi­co­la a cura della’AERAv.

Una man­i­fes­tazione trasver­sale. La F.A.Z.I. si con­fer­ma dunque un ful­cro cen­trale per l’agricoltura, con una spe­cial­iz­zazione riv­ol­ta a tut­ti i com­par­ti e a tut­ti i sogget­ti che vivono l’agricoltura: impren­di­tori, vet­eri­nari, con­toterzisti, all­e­va­tori, aziende mul­ti­fun­zion­ali, impren­di­tori nel seg­men­to delle agroen­ergie.

Fra i temi cal­di che ver­ran­no dis­cus­si, le pre­vi­sioni per la suini­coltura, alle prese dal­lo scor­so gen­naio con la nuo­va nor­ma­ti­va sul benessere ani­male, e con una accel­er­azione dei costi pro­dut­tivi causati dai rin­cari di mais e soia, aumen­tati rispet­ti­va­mente del 23 e del 28 per cen­to negli ulti­mi 12 mesi. Quan­to al set­tore lat­tiero, annun­cia Zorzi, “la Fiera Agri­co­la Zootec­ni­ca Ital­iana sarà un parterre priv­i­le­gia­to per con­frontar­si sul futuro, dal momen­to che col 1° aprile 2015 il regime delle quote scom­par­irà, per las­cia­re spazio al libero mer­ca­to. La Lom­bar­dia, con 44 mil­ioni di quin­tali di lat­te detiene qua­si il 40% del­la pro­duzione nazionale”.