La migliore “Fogassa sulla gradela” di Lazise

20/08/2018 in Attualità
Parole chiave: -
Di Sergio Bazerla

E’ pro­prio il caso di dire di dire che l’al­lie­va ha super­a­to la maes­tra. E qui par­liamo di “maestre” del­la fogas­sa sul­la gradela; una sor­ta di must del­la gas­trono­mia povera e lega­ta più che mai alla tradizione soprat­tut­to con­tad­i­na.

Mon­i­ca Bus­car­do si è aggiu­di­ca­ta  pos­to per la sua ” fogas­sa” che ha avu­to il mas­si­mo pun­teg­gio dal­la giuria. Mon­i­ca è la figlia di Vit­to­ria Pachera, nati­va del­la local­ità La Mata, pro­prio de soca. Ed è pro­prio a la Mata che è nata, qua­si per scher­zo, la “voglia” di con­frontar­si fra par­en­ti nel real­iz­zare la miglior fogas­sa sul­la gradela. E lo scher­zo è diven­ta­to presto una bel­la inizia­ti­va che ha raduna­to anche quest’an­no, il pri­mo giorno dopo Fer­ragos­to, in col­li­na, con una vista mer­av­igliosa del lago, una quindic­i­na di con­cor­ren­ti che han­no impas­ta­to ben più di ven­ti chilo­gram­mi di fogas­sa.

Siamo al quin­to appun­ta­men­to — spie­ga il pres­i­dente del­la giuria Gian­ni Fac­ci­oli — e La Mata è diven­ta­ta davvero un ritro­vo per moltissi­mi esti­ma­tori di questo prodot­to casalin­go che ricor­da i sapori di una vol­ta.”

Ques­ta vol­ta sono arriva­ta terza su quindi­ci con­cor­ren­ti — spie­ga Vit­to­ria Pachera — e mia figlia mia ha sor­pas­sato. Un buon seg­no. Si vede che ho inseg­na­to bene.” Terza è arriva­ta Luig­i­na Pachera. “Seguo la tradizione di famiglia — spie­ga fra il sod­dis­fat­to ed il com­mosso Luig­i­na — ed ho vis­to con gran sod­dis­fazione che è anda­ta a ruba.” “E’ sta­ta pro­prio una grande fes­ta fra ami­ci, par­en­ti, conoscen­ti — spie­ga sod­dis­fat­to Fran­co Pachera , il vero patron de La Mata — e la fogas­sa è sta­to un bel tirante. Ma han­no man­gia­to han­no 200 pani­ni e tre grossi sala­mi. E le bot­tiglie di vino non le ho pro­prio con­tate.”

Fra tan­ta gente a La Mata c’era anche l’asses­sore alle man­i­fes­tazioni Ele­na Buio. “Pos­so dire che è sta­ta una bel­la gara e che il prodot­to che ho assag­gia­to era davvero sopraf­fi­no. Bravis­sime tutte le con­cor­ren­ti.”

Parole chiave: -