Il gruppo di aiuto ai bambini bielorussi ha aperto una nuova sede. In aprile partirà il primo convoglio umanitario alla volta dell’Ucraina

La solidarietà guarda prima ad Est

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Desen­zano Sol­i­dale, la nuo­va asso­ci­azione di aiu­to ai bam­bi­ni bielorus­si e ucrai­ni, si è data un asset­to orga­niz­za­ti­vo. Sor­ta un mese fa per inizia­ti­va di un grup­po di ami­ci, il sodal­izio ha ora anche una sede, che si tro­va in via Annun­ci­a­ta a Desen­zano, men­tre quel­la oper­a­ti­va è in via Mon­te­bal­do, nel­la frazione Bar­cuzzi di Lona­to. Al ver­tice del sodal­izio benefi­co è sta­to elet­to Domeni­co Can­geri (respon­s­abile del­la di Pueg­na­go), quin­di Flo­ri­ano Zanet­ti (vicepres­i­dente, dipen­dente dell’azienda ospedaliera di Desen­zano), Gior­gio Lavi (tesoriere), Fabio Perin (seg­re­tario, dipen­dente ospedaliero), Gise­le Zam­boni (pro­mozione prog­et­ti), Mar­co Bres­sanel­li (comu­ni­cazione e rap­por­ti con la stam­pa, gior­nal­ista), Gio­van­ni Bilac­chi (mag­a­zz­i­no e rac­col­ta mate­ri­ali), Ste­fano Ram­poni (prog­et­ti esteri), Mau­ro Marchi (rap­por­ti con forze dell’ordine), Gian­piero Bernar­di (pro­mozione asso­ci­azione) e Anto­nio Prisco (con­sigliere, pres­i­dente di Plan­e­ta). Nel frat­tem­po, a tem­po di record, è sta­to redat­to e approva­to lo statu­to, che rego­la i rap­por­ti con i Pae­si con i quali ver­ran­no avvi­ate col­lab­o­razioni e cam­pagne di aiu­ti uman­i­tari. In pri­ma fila c’è la Bielorus­sia, ed appa­ia­ta anche l’Ucraina, Pae­si le cui popo­lazioni infan­tili sono state col­pite dura­mente dalle con­seguen­ze del­la nube tossi­ca di Cher­nobyl, di cui quest’anno tra l’altro ricorre il ven­tes­i­mo anniver­sario. Sono sta­ti già pre­si con­tat­ti con le realtà delle due nazioni dell’ex Urss, con le quali non dovreb­bero esser­ci par­ti­co­lari dif­fi­coltà dato che molti dei com­po­nen­ti del diret­ti­vo di Desen­zano Sol­i­dale han­no già for­ni­to la loro col­lab­o­razione in prece­den­ti espe­rien­ze di impeg­no sol­i­dale. Intan­to, in aprile par­tirà alla vol­ta dell’Ucraina il pri­mo con­voglio uman­i­tario, che trasporterà mate­ri­ali di pri­ma neces­sità e far­ma­ceu­ti­ci. Sul pos­to ri recher­an­no anche gli stes­si diri­gen­ti dell’associazione garde­sana, che seguiran­no le varie fasi di stoccag­gio del­la mer­ce. Inoltre il sodal­izio ha un pro­prio sito inter­net (www.desenzanosolidale.it) dal quale si pos­sono attin­gere infor­mazioni sicure e det­tagli­ate per offrire un con­trib­u­to di qual­si­asi genere: denaro, far­ma­ci, ves­tiario, scarpe, uten­sili, ecc. Nel­lo stes­so tem­po sono sta­ti allac­ciati rap­por­ti col­lab­o­ra­tivi con altre asso­ci­azioni uman­i­tarie. Per infor­mazioni ci si può riv­ol­gere ad entrambe le sedi di Desen­zano Solidale.

Parole chiave: