Il Comune chiede l’esibizione biennale

Le Frecce Tricolori a quota 70mila

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Peschiera del Garda

Ali su Peschiera, la spet­ta­co­lare esi­bizione dell’aeronautica cul­mi­na­ta con le acrobazie delle , ha buone prob­a­bil­ità di diventare un appun­ta­men­to bien­nale. Lo stan­no a dimostrare i 70mila spet­ta­tori che un mese fa si sono dis­tribuiti lun­go 12 chilometri di cos­ta e su almeno 700 barche per assis­tere alla man­i­fes­tazione, coin­vol­gen­do gli eser­cizi pub­bli­ci di Sirmione, Castel­n­uo­vo e Lazise oltre che, ovvi­a­mente, di Peschiera. Tut­ti dati rac­colti e ver­i­fi­cati da un’équipe di esper­ti che ha lavo­ra­to nell’ombra e adesso ha pron­to un dossier da pre­sentare all’aeronautica mil­itare. Sì, per­ché è pro­prio dati alla mano che il sin­da­co Bruno Dal­la Pel­le­g­ri­na può gio­car­si la pos­si­bil­ità di riot­tenere la pat­tuglia acro­bat­i­ca. «Le Frec­ce Tri­col­ori», spie­gano infat­ti gli orga­niz­za­tori, «sono richi­estis­sime. Ma vis­to che l’esibizione ha costi di ges­tione molto ele­vati, l’aeronautica seleziona le piazze con grande scrupo­lo e di soli­to preferisce Comu­ni come Lig­nano per l’alta con­cen­trazione di pub­bli­co, oppure la cap­i­tale». Peschiera si è trova­ta prescelta per l’air show casual­mente, per­ché Bosco­man­ti­co ha dovu­to rin­un­cia­re e per­ché in paese lavo­ra una forte asso­ci­azione di appas­sion­ati ed ex avi­a­tori. «Per questo abbi­amo mes­so in cam­po esper­ti di mar­ket­ing e sta­tis­ti­ca: il loro stu­dio è in gra­do di decidere quan­to vale Peschiera come piaz­za». Così men­tre tut­ti se ne sta­vano con il naso all’insù, tre squadre han­no fotografa­to dall’alto porzioni di ter­ri­to­rio, han­no con­ta­to le barche ormeg­giate e le per­sone assiepate in trat­ti cam­pi­one di cos­ta, cam­pi­ona­to le targhe delle auto parcheg­giate, rac­colto mes­sag­gi e critiche via fax e attra­ver­so una casel­la di pos­ta elet­tron­i­ca. I risul­tati sono sta­ti lus­inghieri: quei 70mila spet­ta­tori com­pro­vati- insieme a 179 com­men­ti per lo più favorevoli e anche autorevoli come nel caso del gior­nal­ista esper­to di aero­nau­ti­ca Luca Degl’Innocenti- che una buona cam­pagna pub­blic­i­taria potrebbe facil­mente far aumentare, sono la car­ta vin­cente che Peschiera può gio­care per can­di­dar­si a sede bien­nale dell’air show, garan­ten­do un grande richi­amo per una buona fet­ta del bas­so lago. La mano ora pas­sa all’amministrazione.

Parole chiave: