Montinelle festeggia il suo patrono: San Bernardo

Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo

Saran­no oggi, domeni­ca 19, e domani, lunedì 20, le gior­nate prin­ci­pali delle cel­e­brazioni patronali che Mon­tinelle, frazione di Maner­ba del Gar­da, ded­i­ca al suo san­to pro­tet­tore San Bernar­do. Ora­mai una fes­ta con­sol­i­da­ta negli anni e che riesce, sem­pre, ogni vol­ta, ad atti­rare, in ques­ta sug­ges­ti­va local­ità dal­la cui piaz­za si può ammi­rare uno dei più sug­ges­tivi scor­ci sul gol­fo del­la Roman­ti­ca, diverse migli­a­ia di per­sone. Un appun­ta­men­to seg­nala­to a tut­ti dal con­tin­uo ripeter­si di scam­panel­late, rig­orosa­mente a mano, ossia diret­ta­mente con il batoc­chio del­la cam­pana, dal cam­panile del­la chieset­ta di San Bernar­do che si affac­cia sull’omonima piaz­za. Ad orga­niz­zare prepar­a­tivi e cer­i­monie il Grup­po con la fat­ti­va col­lab­o­razione degli abi­tan­ti e com­mer­cianti del­la “con­tra­da” oltre nat­u­ral­mente a Pro Loco ed Ammin­is­trazione Comu­nale. Per l’occasione tutte le vie sono state addob­bate a fes­ta con archi e catenelle di fat­te di anel­li di car­ta oltre a frasche e palme. Un’ambientazione che rende ancor più sug­ges­ti­va l’intero cen­tro che di recente l’amministrazione comu­nale ha provve­du­to ad abbel­lire anche attra­ver­so l’intera pavi­men­tazione di piaz­za e vie. Una fes­ta ques­ta che risul­ta essere la più sen­ti­ta fra tutte quelle feste patronali, Maner­ba lo ricor­diamo è com­pos­ta da 5 frazioni 4 delle quali han­no un loro san­to patrono e chiese a cui spes­so non coin­cide l’intitolazione allo stes­so patrono: San Gio­van­ni per Solaro­lo (la Par­roc­chiale è ded­i­ca­ta a ), San­ta Lucia per Bal­biana, San Roc­co per La Pieve (San­ta Maria in Valte­n­e­si l’antichissima chiesa risalente all’XI sec­o­lo), San­ta Cate­ri­na per Gar­don­ci­no e San Bernar­do appun­to per Mon­tinelle; il Cro­ciale non ha chiese ne san­ti patroni per cui si avvale delle cel­e­brazioni di Solaro­lo. Per la ver­ità a Maner­ba esistono anco­ra altre chiese la cui ven­er­a­bil­ità risul­ta essere assai lim­i­ta­ta al giorno di ricor­ren­za come San Gior­gio (XIV sec­o­lo), San Sivi­no (la chiesa del pat­to col diavo­lo), San­tis­si­ma Trinità (del XV sec­o­lo al cimitero) oltre alla par­roc­chiale di Solaro­lo. Ques­ta sera, per le cel­e­brazioni patronali vi sarà la tradizionale fiac­co­la­ta che da piaz­za San Bernar­do, salirà, per­cor­ren­do via Leutel­monte e via Roc­ca, sino alla som­mità del­la roc­ca. Al ter­mine l’orchestra “Pao­lo Fac­ci – music group” pro­por­rà musiche bal­la­bili e degli anni 60/70. Domani lunedì alle ore 10.00 san­ta mes­sa cel­e­bra­ta nel­la chiesa di S. Bernar­do men­tre dalle ore 21.00, musi­ca in piaz­za con l’orchestra “Floc­chi­ni”. Nel cor­so delle ser­ate fes­taiole sarà in fun­zione un servizio di ris­toro il cui rica­va­to ver­rà devo­lu­to in benef­i­cen­za. Un cen­tro, quel­lo di Mon­tinelle, dota­to di numerose attiv­ità com­mer­ciali al servizio non solo dei res­i­den­ti ma anche dei tur­isti che affol­lano Maner­ba del Gar­da. com­pre­so anche l’Hotel Splen­did Sole, l’agriturismo “La Filan­da”, pizzerie, bir­re­ria e ris­toran­ti compreso“Il capric­cio”, uno dei tem­pi del­la ris­torazione garde­sana e meta di numerosi cul­tori dell’arte culi­nar­ia, pro­prio sot­to piaz­za San Bernardo.

Parole chiave: - -