La nuova stagione di attività invernali si è da poco avviata ed è tempo di consuntivi per la Polizia locale di Lonato del Garda dopo i primi nove mesi di attività della Polizia locale lonatese

Obiettivo: “prevenire i disagi”: il bilancio e le riflessioni del nuovo comandante Patrizio Tosoni

08/10/2011 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Il coman­do lonatese sta por­tan­do avan­ti una serie di servizi e di inter­ven­ti mirati al con­trol­lo del com­pren­so­rio e alla pre­ven­zione di dis­a­gi, inci­den­ti e dan­ni alle per­sone e al pat­ri­mo­nio cit­tadi­no. Per il com­p­lesso sis­tema ter­ri­to­ri­ale, l’attività viene tutt’oggi svol­ta a liv­el­lo inter­co­mu­nale, con­giun­ta­mente al Coman­do di Bedi­z­zole. In par­ti­co­lare, sul ter­ri­to­rio lonatese si inten­si­f­i­cano i servizi di pat­tuglia­men­to nelle ore ser­ali e not­turne, aumen­tano le attiv­ità di edu­cazione alla legal­ità e di dial­o­go con i gio­vani e, in con­comi­tan­za di man­i­fes­tazioni cit­ta­dine, sagre e feste di quartiere, anche il grup­po del­la è sem­pre più coin­volto. Pros­egue altresì l’importante con­trib­u­to in forze degli , dell’Associazione nazionale dei e dei Non­ni-vig­ile. Attual­mente la Polizia locale di Lona­to d/G e di Bedi­z­zole con­ta in tut­to 17 unità (11 agen­ti – tra cui il vice coman­dante, un uffi­ciale e due sottuf­fi­ciali, a Lona­to, e sei a Bedi­z­zole, tra cui il vice coman­dante e un sottuf­fi­ciale), più il coman­dante Tosoni. SUL TERRITORIO. Dall’inizio dell’anno, si è pas­sati da una pat­tuglia in usci­ta serale o not­tur­na, a quat­tro o cinque uscite set­ti­manali da parte degli agen­ti del­la locale. «La mia inten­zione è di puntare su una sem­pre mag­giore attiv­ità di con­trol­lo del ter­ri­to­rio comu­nale, attra­ver­so l’impiego di più pat­tuglie nel­la fas­cia diur­na, ma soprat­tut­to nelle ore ser­ali e not­turne». Con­fer­ma così la pri­ma promes­sa d’inizio anno, che già si sta real­iz­zan­do, il nuo­vo coman­dante del­la Polizia locale di Lona­to e Bedi­z­zole Patrizio Tosoni, coa­d­i­u­va­to dall’impegno dei “suoi” agen­ti. Oltre all’installazione, ormai ter­mi­na­ta, dei 12 speed-check per il con­trol­lo del­la veloc­ità su stra­da, a Lona­to, la mag­giore sicurez­za per la popo­lazione pas­sa anche attra­ver­so un più inten­so con­trol­lo del com­pren­so­rio lonatese, che si estende per cir­ca 70 kmq. «Abbi­amo aumen­ta­to e mod­i­fi­ca­to in modo sostanziale – aggiunge il com­mis­sario aggiun­to Tosoni – i con­trol­li su stra­da da parte del­la Polizia locale in diver­si pun­ti del comune, cer­can­do di lavo­rare su deter­mi­nate zone ‘critiche’, gra­zie anche alle seg­nalazioni dei cit­ta­di­ni e dei rap­p­re­sen­tan­ti di quartiere». CON I GIOVANI. «Sono sta­ti garan­ti­ti gli ormai con­sueti cor­si di edu­cazione stradale, con la pre­sen­za dei nos­tri agen­ti in aula, per i ragazzi dalle ele­men­tari alle supe­ri­ori». Per quan­to riguar­da invece l’educazione alla legal­ità, con­tin­ua il coman­dante, «non abbi­amo anco­ra avvi­a­to cor­si speci­fi­ci, ma il prog­et­to è in fase di svilup­po. Abbi­amo però real­iz­za­to la pri­ma e impor­tan­tis­si­ma attiv­ità di avvic­i­na­men­to dei ragazzi in stra­da, per conoscere le com­pag­nie di gio­vani che si ritrovano nei parchi cit­ta­di­ni. Questo per super­are, dialo­gan­do con loro, quel muro che sep­a­ra i ragazzi dalle isti­tuzioni. Il nos­tro obi­et­ti­vo è creare le basi per avvic­inare i gio­vani alla Polizia locale, affinché la vedano come un organ­is­mo con cui rap­por­tar­si e di cui fidar­si. Il che ci con­sen­tirà, a lun­go ter­mine, di garan­tire ulte­ri­ore sicurez­za alla popo­lazione, pre­venire dis­a­gi e situ­azioni-lim­ite». L’ATTIVITÀ OPERATIVA. Di recente le ammin­is­trazioni comu­nali di Lona­to e di Bedi­z­zole han­no sostenu­to alcu­ni inves­ti­men­ti per aggiornare e poten­ziare l’impianto di videosorveg­lian­za al fine di miglio­rarne l’efficienza. L’impianto ver­rà in futuro amplia­to con il con­trol­lo di ulte­ri­ori obi­et­tivi sen­si­bili. «Una serie di servizi coor­di­nati di con­trol­lo del ter­ri­to­rio, di luoghi, per­sone e veicoli, sono sta­ti effet­tuati in col­lab­o­razione tra i due coman­di, per la pre­ven­zione stra­gi del saba­to sera e per il con­trasto a fenomeni di micro-crim­i­nal­ità», riferisce anco­ra il coman­dante Tosoni. «La com­p­lessità del sis­tema inter­co­mu­nale rende nec­es­sario con­sid­er­are i dati di ques­ta attiv­ità e di altri servizi, a liv­el­lo aggre­ga­to, quin­di per Lona­to-Bedi­z­zole (si veda la tabel­la a inizio comu­ni­ca­to). Tut­to è in fase di imple­men­tazione e mod­ern­iz­zazione. Tale cam­bi­a­men­to inter­esserà sia i mezzi che le modal­ità di inter­ven­to del­la Polizia locale». Se con­tin­uerà il rap­por­to di col­lab­o­razione inter­co­mu­nale tra Bedi­z­zole e Lona­to del Gar­da, «l’idea è di creare un paio di nuclei spe­cial­iz­za­ti, con risorse umane ded­i­cate, per l’osservazione e la seg­nalazione di deter­mi­nate neces­sità ter­ri­to­ri­ali, negli ambiti del­la polizia ambi­en­tale ed edilizia e del­la polizia giudiziaria». Il mio ringrazi­a­men­to per i risul­tati rag­giun­ti, con­clude Tosoni, «va a tut­to il per­son­ale, ai vice coman­dan­ti, agli uffi­ciali, ai sottuf­fi­ciali e agli agen­ti. E nat­u­ral­mente ai sin­daci di Lona­to del Gar­da e di Bedi­z­zole, nonché alle rispet­tive ammin­is­trazioni comu­nali». Attiv­ità del­la Polizia locale (da gen­naio a fine agos­to 2011, Comu­ni di Lona­to d/G e Bedi­z­zole).   Dati aggre­gati   Per­sone iden­ti­fi­cate e con­trol­late  7.500  Stranieri per i quali sono state avvi­ate le pro­ce­dure di espul­sione 9   Notizie di reato (Arresti / Denun­cie p.l. / Infor­ma­tive di P.G.) 133   Inci­den­ti stradali ril­e­vati  78   Paten­ti riti­rate  42   Vio­lazioni al codice del­la stra­da   6.250   Sequestro/Fermo veicoli  113   Mor­ti sul­la stra­da  0 (Inter­ven­ti su sin­istri mor­tali)