Li conoscono in Europa, appunto, come «The Bear’s Bike Club»

«Orsi» tutti in motoe riuniti sul Baldo

08/09/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Barbara Bertasi

diL’orso sul ha gio­ca­to a rimpiat­ti­no, ma ce n’è una schiera già in sel­la e rom­bante, a Novez­za, sopra Fer­rara di Monte Bal­do a quo­ta 1450.L’appuntamento è per un week­end tut­to ded­i­ca­to al «Motoor­so», appun­to, ormai tradizionale raduno orga­niz­za­to dal «Moto club dell’Orso», noto in Europa come «The Bear’s bike club». L’evento quest’anno com­pie dieci anni e accoglierà quin­di i suoi ospi­ti con par­ti­co­lari novità: «Di soli­to ci rag­giun­gono anche in duemi­la così, per il decen­nale, abbi­amo cer­ca­to di fare le cose anco­ra più in grande. Ben sette grup­pi musi­cali ci onor­eran­no del­la loro pre­sen­za, sono pre­visti vari spet­ta­coli con ragazze da schi­anto e gad­get per tut­ti», fa sapere il pres­i­dente Jim­my Olivieri.Lui è un vero esper­to quan­do si trat­ta di orga­niz­zare intrat­ten­i­men­ti e infat­ti non ha trascu­ra­to nem­meno la nota buona cuci­na, procu­ra­to ottime grappe e pre­dis­pos­to fiu­mi di bir­ra. Il tut­to sen­za trascu­rare un det­taglio vitale: un ampio dor­mi­to­rio dove trat­tenere i suoi ospi­ti, anche per non met­ter­li in stra­da con trop­po alcol nel sangue.Il cam­po è già allesti­to. Sot­to l’enorme ten­done riscalda­to si pran­za, si cena, si fa colazione e si ascol­ta la musi­ca. I chioschi sono in piena attiv­ità; ieri il debut­to è arriva­to col con­cer­to live dei «Ganzi & Rozzi» e dei «Blue Fever». Poi giochi e «sexy show». Oggi, per evitare lev­at­ac­ce il moto­giro del Bal­do inizia alle 16 e, al rien­tro, anco­ra musi­ca, sexy show e poi il con­cer­to dei «Nimb», dei «Gabriel Delta» e di «Duc­cio & The Rag’s».Domani il moto giro scat­ta ver­so le 11 con tap­pa per l’aperitivo a Fer­rara di Monte Bal­do e rien­tro alle 13 per il gran pran­zo finale in com­pag­nia dei «Dirty Maut». «Come sem­pre ci sono solo spe­cial­ità», garan­tisce Jim­my. «Stin­co, pos­sen­ti grigli­ate di carne, colazione con uova e pancetta il mat­ti­no, la migliore bir­ra del cir­con­dario e piat­ti tipi­ci pro­posti dai moto­ci­clisti che ci rag­giun­gono da varie regioni d’Italia e dell’Europa. Ci sarà del­la frut­ta… ma poca ver­du­ra anche se si garan­tis­cono patate e fagi­oli», ride.Insomma non è solo un raduno di motori: «E’ un’occasione per conoscere nuovi ami­ci e un’opportunità per pro­muo­vere la nos­tra stu­pen­da mon­tagna maci­nan­do chilometri, sole o piog­gia che sia». Poi pre­cisa: «Si può arrivare a tutte le ore, con la pro­pria ten­da o sen­za dato che, per chi vuole evitare traf­fi­ci o fas­ti­di, l’organizzazione ne mon­terà una grande per accogliere chi arri­va tar­di stan­co del viag­gio o per radunarvi gli “sfol­lati” e quel­li che si sono per­si tra birre e ten­dine canadesi…».Per il decen­nale c’è anche un mar­chio spe­ciale: «Abbi­amo un nuo­vo logo, stam­pa­to sulle felpe e le magli­ette che si pos­sono avere solo qui», chi­ude il pres­i­dente degli orsi.

Parole chiave: