«Il paesaggio rurale di Campi di Riva»: gli esiti della ricerca 

09/05/2014 in Attualità
Di Luigi Del Pozzo

Si svolge saba­to 10 mag­gio nel Museo di Riva del Gar­da l’in­con­tro pub­bli­co di pre­sen­tazione degli esi­ti del work­shop di ricer­ca «La con­quista del­la mon­tagna. Il pae­sag­gio rurale di Campi di Riva del Gar­da», in cor­so in ques­ta set­ti­mana a Campi di Riva del Gar­da, dove un grup­po di ricer­ca­tori e ricer­ca­tri­ci del­l’ di Pado­va stan­no sper­i­men­tan­do diret­ta­mente sul cam­po la ricer­ca sulle strat­i­fi­cazioni storiche del ter­ri­to­rio attra­ver­so indagi­ni doc­u­men­tarie, inter­viste e riprese audio e video. L’inizio è alle ore 10.30; l’in­gres­so libero.


A Campi, frazione mon­tana di Riva del Gar­da, un grup­po di stu­den­ti dell’università di Pado­va coin­volti in un prog­et­to di ricer­ca si stan­no impeg­nan­do a ricostru­ire il pae­sag­gio stori­co, in un’azione comune con le asso­ci­azioni locali, i res­i­den­ti e i tes­ti­moni di questo pic­co­lo cen­tro agri­co­lo. Insieme, con un ric­co pro­gram­ma di inizia­tive ed even­ti per inda­gare il pas­sato, leg­gere il pre­sente e inter­pretare le linee di svilup­po del futuro di questo vil­lag­gio alpino. Per­ché stu­di­are il ter­ri­to­rio stori­co e le sue trasfor­mazioni attra­ver­so la doc­u­men­tazione archivis­ti­ca, le mappe storiche e le trac­ce pre­sen­ti nei luoghi è un imper­a­ti­vo per com­pren­dere il pae­sag­gio attuale.


Fare di Campi un cen­tro di ricer­ca uni­ver­si­tario è l’ambizione del prog­et­to frut­to del­la col­lab­o­razione fra , DBC — Dipar­ti­men­to dei Beni cul­tur­ali dell’Università degli Stu­di di Pado­va e asso­ci­azioni di Campi. Nel cor­so del­la set­ti­mana e fino a saba­to 10 mag­gio sono in pro­gram­ma da un lato un’attività di ricer­ca sul cam­po, dall’altro un ric­co pro­gram­ma di ser­ate con man­i­fes­tazioni e appun­ta­men­ti orga­niz­za­ti dalle asso­ci­azioni locali.


Con «La con­quista del­la mon­tagna» pros­egue il per­cor­so di col­lab­o­razione fra MAG e Uni­ver­sità degli Stu­di di Pado­va, nato nel sol­co delle prece­den­ti ricerche sui «Pae­sag­gi stori­ci del », e si con­figu­ra come un nuo­vo capi­to­lo del­la ricer­ca sul­la sto­ria del ter­ri­to­rio intrapre­so negli ulti­mi anni dal museo ter­ri­to­ri­ale del Bas­so Sar­ca. 

All’in­con­tro pub­bli­co di pre­sen­tazione inter­ver­ran­no Gio­van­ni Pel­le­gri­ni, respon­s­abile del MAG; Gian Pietro Bro­gi­o­lo, cura­tore e coor­di­na­tore del prog­et­to per il Dipar­ti­men­to dei beni cul­tur­ali del­l’U­ni­ver­sità degli Stu­di di Pado­va; Mon­i­ca Ron­chi­ni, cura­trice e coor­di­na­trice del prog­et­to per il MAG; e i ricer­ca­tori e le ricer­ca­tri­ci del­l’U­ni­ver­sità di Pado­va parte­ci­pan­ti al work­shop. Per l’am­min­is­trazione comu­nale sarà pre­sente l’asses­sore alla cul­tura.