Contributi per il restauro

Palazzo Guarienti

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(f.g.)

Palaz­zo Guar­i­en­ti sarà restau­ra­to col sig­ni­fica­ti­vo aiu­to del­la : la con­fer­ma uffi­ciale è arriva­ta al ter­mine del sopral­lu­o­go com­pi­u­to dal sin­da­co Albi­no Pezzi­ni con l’assessore regionale ai lavori pub­bli­ci Mas­si­mo Gior­get­ti, il quale ha con­fer­ma­to che Venezia inve­stirà nell’operazione di recu­pero dell’edificio stori­co comu­nale 250mila euro. Il finanzi­a­men­to è sta­to delib­er­a­to dal­la giun­ta su pro­pos­ta del­lo stes­so Gior­get­ti. L’intervento si inquadra nell’investimento com­p­lessi­vo di un mil­ione 500mila euro pro­gram­ma­to dall’esecutivo regionale e final­iz­za­to a inter­ven­ti di recu­pero, restau­ro e val­oriz­zazione di immo­bili non statali, di par­ti­co­lare inter­esse stori­co e artis­ti­co, sis­temati su tut­to il ter­ri­to­rio vene­to. Rispet­to all’intero impor­to, un mil­ione 131mila euro sono sta­ti asseg­nati a sogget­ti pub­bli­ci che ne ave­vano fat­to richi­es­ta ed era­no sta­ti inser­i­ti in una speci­fi­ca grad­u­a­to­ria; 355.212 euro andran­no a richieden­ti pri­vati. «Si trat­ta», sot­to­lin­ea l’assessore Gior­get­ti, «di inter­ven­ti di restau­ro o manuten­zione stra­or­di­nar­ia che riguardano strut­ture di notev­ole pre­gio in con­dizioni fatis­cen­ti o comunque bisog­nose di lavori per ripor­tar­le al prece­dente splen­dore. Ognuna ha un pre­ciso rilie­vo per il con­testo urban­is­ti­co e ter­ri­to­ri­ale in cui si tro­va. Non può sfug­gire inoltre la valen­za eco­nom­i­ca di opere che pos­sono dare un notev­ole con­trib­u­to all’abbellimento dei sin­goli luoghi, con­tribuen­do così anche all’ attrat­ti­va tur­is­ti­ca locale. In par­ti­co­lare», fa notare anco­ra l’assessore, «con questi finanzi­a­men­ti sarà pos­si­bile inter­venire su strut­ture e par­ti di vari edi­fi­ci col­le­gati al cul­to, come chiese, tem­pli, patronati che si trovano in edi­fi­ci di grande val­ore stori­co e architettonico».

Parole chiave: