Grande successo di pubblico per la 14ma edizione della manifestazione valtenesina. Una gara entusiasmante: alle spalle le squadre di Polpenazze e S.Felice

Palio delle botti, vince Puegnago

Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

Sono sta­ti il tifo e l’entusiasmo a carat­ter­iz­zare il Fer­ragos­to di Soiano, trascor­so all’insegna del quat­tordices­i­mo Palio delle bot­ti ma anche del­lo sport, del­la musi­ca e del­la gas­trono­mia. E la per­fet­ta orga­niz­zazione del grup­po podis­ti­co Fel­ter, guida­to dall’infaticabile Costan­ti­no, ha pesato non poco sul suc­ces­so. La maxi man­i­fes­tazione ha pre­so inizio saba­to con la semi­fi­nale del «Mini palio», in cui gareg­gia­vano i bam­bi­ni in rap­p­re­sen­tan­za dei sette comu­ni del­la Valte­n­e­si. È segui­ta poi la gara per la deter­mi­nazione del­la pole posi­tion per i «Bot­tai mag­giori», sul per­cor­so di due chilometri con parten­za da via Castel­lana. Ad aggiu­di­car­si la pro­va di spin­ta del­la botte (del peso di 45 chili) è sta­ta la squadra di Pueg­na­go, davan­ti a Polpe­nazze, Moni­ga, Soiano, San Felice, Padenghe e Maner­ba. Poi Fer­ragos­to, la gior­na­ta clou. Alle 9 è scat­ta­ta la pri­ma edi­zione di «Soiano in cor­sa», una podis­ti­ca com­pet­i­ti­va e non orga­niz­za­ta dall’atletica Vighen­zi di Padenghe e dal grup­po sporti­vo Fel­ter, con il patrocinio del Comune ospi­tante. Una fes­ta di col­ori e tan­ta voglia di cor­rere. La gara, cui han­no parte­ci­pa­to migli­a­ia di atleti, si è arti­co­la­ta in tre per­cor­si di uno, tre e nove chilometri. In ser­a­ta, infine, tra due ali di fol­la che applau­di­va, è par­ti­ta la tan­to atte­sa finale delle bot­ti pre­ce­du­ta da quel­la del «Mini palio» che ha vis­to il suc­ces­so di Padenghe davan­ti a Pueg­na­go e Moni­ga. Ma pas­si­amo agli adul­ti; ai «Bot­tai mag­giori». Una gara entu­si­as­mante e piena di colpi di sce­na la loro, con sor­pas­si moz­zafi­a­to, e alla fine il suc­ces­so è anda­to a Pueg­na­go, segui­to da Polpe­nazze, San Felice (par­ti­to in quin­ta posizione e capace di rimon­tarne due), Moni­ga, Padenghe, Soiano e Maner­ba. Al ter­mine del meet­ing, ogni parte­ci­pante è sta­to pre­mi­a­to con una cop­pa, e i «Bot­tai mag­giori» han­no rice­vu­to anche regali gas­tro­nomi­ci. Speak­er d’eccezione l’avvocato Rai­mon­do Dal Dos­so, i riconosci­men­ti sono sta­ti con­seg­nati dal pres­i­dente del Life club Gar­da Valte­n­e­si Athos Ragazz­i­ni e dal sin­da­co Rober­to Rossato.