La società partecipata dal Comune con Garda Uno annuncia le sfide future. Lumini «Led» al cimitero, lampioni con riduttore di flusso e recupero dell’acqua corrente per abbattere i costi del 40%

Per Sirmione Servizi il risparmio è «hi-tech»

11/06/2009 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Pun­ta al risparmio con tec­nolo­gie avan­zate (come i ridut­tori di flus­si d’illuminazione) Sirmione Servizi, la soci­età parte­ci­pa­ta comu­nale e di Gar­da Uno, rispet­ti­va­mente con quote del 60 e 40 per cen­to, che gestisce i servizi dell’acqua, illu­mi­nazione pub­bli­ca e cimi­te­ri­ale, rac­col­ta rifiu­ti, servizi vari e manuten­zione del litorale e dei canneti.L’annuncio è del pres­i­dente Anto­nio Cristi­ni Bosi­sio che, con il diret­tore gen­erale Daniele Faso­lo, dirige la macchi­na del pic­co­lo «colos­so» dei servizi sirmionesi.È implic­i­to che non ci si pos­sa aspettare, almeno non nell’immediato, che il piano di rispar­mi abbia rif­lessi diret­ti sulle bol­lette. Ma gli inves­ti­men­ti van­no spedi­ti nel­la direzione del­la riduzione dei costi e del miglio­ra­men­to tec­no­logi­co. Una scelta strategica.Tra le immi­nen­ti inizia­tive che mira­no al con­teni­men­to dei costi, si dice­va, la soci­età di piaz­za Vir­gilio sta con­cretiz­zan­do la ges­tione dell’illuminazione pub­bli­ca con i cosid­det­ti «ridut­tori di flus­so» che, durante le ore not­turne a par­tire dal­la mez­zan­otte, riducono l’intensità e la poten­za del­la luce. Di con­seguen­za si ottiene un sen­si­bile risparmio del con­sumo di energia.Fino ad ora in due impianti mon­i­torati sono sta­ti risparmiati oltre 12 mila euro in sei mesi, ma, ripeti­amo, solo con due servizi. Se si pen­sa che il loro totale è di trenta, si può immag­inare alla fine quan­to sarà il risparmio ottenu­to da Sirmione Servizi.«Stiamo sper­i­men­tan­do — osser­va Daniele Faso­lo — anche delle lam­pade Led, e dunque su questo ver­sante sti­amo cer­can­do di capire l’entità del­la riduzione dei costi d’energia. Nel frat­tem­po, sti­amo anche sos­tituen­do tutte le lam­pa­dine cimi­te­ri­ali con altret­tante Led».E nel futuro, se n’è par­la­to già mesi orsono, sarà pronta una sec­on­da lin­ea idri­ca per acqua da imp­ie­gare per l’innaffiamento dei gia­r­di­ni e parchi pub­bli­ci. Acqua che gen­eral­mente andrebbe per­sa e che, invece, con uno spe­ciale sis­tema di recu­pero, viene reimp­ie­ga­ta con notev­ole risparmio sui costi gen­er­ali dell’acqua.Intanto, pro­cede bene la che a fine aprile scor­so ha sfio­ra­to il 40%, dato già di per sé otti­mo, ma che sarebbe ancor di più inter­es­sante se, come spie­ga il pres­i­dente Cristi­ni Bosi­sio, «si dovesse cal­co­lare anche la rac­col­ta del­la spaz­zatu­ra delle strade (dove si recu­per­a­no lat­tine, plas­ti­ca, carta».Procedono i lavori per la nuo­va iso­la eco­log­i­ca per la quale la soci­età ha stanzi­a­to 400 mila euro. Nel 2008, infine, Sirmione Servizi ha acquisi­to la Coop­er­a­ti­va Net­turbi­ni e com­per­a­to due nuovi mezzi per spaz­zare del cen­tro stori­co.

Parole chiave: