Oggi alle 15 le Frecce Tricolori saranno in volo sul lungolago in vista dell’esibizione di domenica

Prove generali di acrobazia

Di Luca Delpozzo
Peschiera del Garda

Per la pri­ma vol­ta nel­la sto­ria le Frec­ce Tri­col­ori si esi­bi­ran­no con un pro­gram­ma acro­bati­co com­ple­to sul lago di Gar­da veronese, pro­prio nel cielo di Peschiera. Il pres­ti­gioso even­to — di cui L’Arena ha espos­to il pro­gram­ma gen­erale già ieri — avrà luo­go domeni­ca sul lun­go­la­go che col­le­ga por­to Cap­puc­ci­ni con por­to Fomaci, la passeg­gia­ta panoram­i­ca che fungerà da platea nat­u­rale per ammi­rare la sin­go­lare ker­messe acro­bat­i­ca aerea. Ma anche oggi sarà pos­si­bile ammi­rare le acrobazie del­la pat­tuglia acro­bat­i­ca, che si esi­birà nelle prove gen­er­ali nel­lo stes­so orario e nel­lo stes­so luo­go pre­visti per la man­i­fes­tazione uffi­ciale, e quin­di dalle 15 nei cieli che sovras­tano il lun­go­la­go. Dalle 15 di domeni­ca, tor­nan­do al pro­gram­ma uffi­ciale, il cielo di Peschiera sarà pro­tag­o­nista di una man­i­fes­tazione che si svolge in pri­ma asso­lu­ta: oltre ai 10 veliv­oli delle Frec­ce Tri­col­ori saran­no in volo altre inter­es­san­ti mac­chine volan­ti mil­i­tari e civili. La data è anco­ra più sig­ni­fica­ti­va, se si tiene con­to che la Pat­tuglia acro­bat­i­ca nazionale, tolti i veloci sor­voli e le man­i­fes­tazioni d’aeroporto, la si può vedere ogni anno solo in poche occa­sioni e in local­ità di pres­ti­gio come Rim­i­ni e Lig­nano Sab­bi­adoro. Entra così nell’élitario cal­en­dario degli air-show nazion­ali anche la cit­tad­i­na aril­i­cense, da poco insigni­ta dal­la Regione Vene­to con l’ambito tito­lo di «Cit­tà tur­is­ti­ca e d’arte», appella­ti­vo riconosci­u­to solo alle poche local­ità ital­iane che si con­trad­dis­tin­guono per par­ti­co­lari carat­ter­is­tiche storiche, tur­is­tiche ed architet­toniche. Peschiera, fortez­za mil­itare intera­mente cir­con­da­ta dall’acqua, è da qualche tem­po teatro di man­i­fes­tazioni di ele­va­ta caratu­ra, con­cepite nel rispet­to delle antiche tradizioni storiche e mil­i­tari: dal Palio delle Mura, gara tra imbar­cazioni con cir­cum­nav­igazione dei bas­tioni veneziani, all’affascinante rie­vo­cazione stor­i­ca che ricostru­isce lo scon­tro arma­to tra France­si ed Aus­triaci. L’appuntamento di domeni­ca, par­ti­co­lar­mente indi­ca­to per gli appas­sion­ati del volo, è sta­to ideato dagli ex avi­a­tori Mas­si­mo Zuc­cot­ti e Ivo Bertagna che lo han­no inti­to­la­to «Ali su Peschiera del Gar­da». L’intero pro­gram­ma è sta­to svilup­pa­to, sup­por­t­a­to ed orga­niz­za­to dall’amministrazione comu­nale con il patrocinio dell’assessorato provin­ciale al tur­is­mo e la col­lab­o­razione del Repar­to mobile di sup­por­to AM di Vil­lafran­ca e dell’AeroClub di Bres­cia Mon­tichiari. Per la real­iz­zazione prat­i­ca è sta­to incar­i­ca­to un team oper­a­ti­vo che coin­volge nomi pres­ti­giosi nel cam­po dell’acrobazia aerea e che ha già riscos­so l’entusiasmo degli appas­sion­ati di set­tore. La direzione tec­ni­ca è sta­ta affi­da­ta al gen­erale pilota Mas­si­mo Mon­ta­nari, un mito dell’aviazione mil­itare con 15 anni di per­ma­nen­za nelle Frec­ce Tri­col­ori. L’alto uffi­ciale, allie­vo d’arte del mag­giore Squarci­na fonda­tore del­la Pan, è uno dei mas­si­mi esper­ti mon­di­ali di acrobazia aerea. Al suo fian­co il team di piani­fi­cazione tec­ni­ca aero­nau­ti­ca com­pos­to da Gior­gio Aloisi, ex sot­touf­fi­ciale dell’ufficio PR delle Frec­ce Tri­col­ori; Mar­co Colan­toni, ex uffi­ciale; Vin­cen­zo Francesca, pilota civile e vice pres­i­dente dell’Aeroclub di Bres­cia. L’apparato orga­niz­za­ti­vo ha inoltre coin­volto tutte le forze dell’ordine e di soc­cor­so di ter­ra, cielo o lago che han­no oppor­tu­na­mente pre­dis­pos­to tut­ta la loro pro­fes­sion­al­ità a servizio dell’evento. La man­i­fes­tazione, total­mente gra­tui­ta per il pub­bli­co, è sta­ta orga­niz­za­ta gra­zie al prezioso sup­por­to di Veron­ae­mer­gen­za e delle asso­ci­azioni di volon­tari­a­to: dall’Associazione arma aero­nau­ti­ca e Club Frec­ce Tri­col­ori del Gar­da, pro­mo­tori dell’iniziativa, ai team di dell’Ana, Volon­tari del Gar­da e Croce Rossa, vere e pro­prie colonne por­tan­ti del­la logis­ti­ca oper­a­ti­va. Coin­volti anche l’associazione Alberghi e Campeg­gi ed alcu­ni oper­a­tori pri­vati che con­tribuis­cono atti­va­mente alla real­iz­zazione del­la man­i­fes­tazione. Per l’occasione il Cen­tro ricerche storiche aero­nau­tiche del Gar­da, stam­perà in tiratu­ra lim­i­ta­ta una ripro­duzione fotografi­ca inedi­ta, raf­fig­u­rante uno schiera­men­to acro­bati­co nel cielo di Verona negli anni Trenta. Le ripro­duzioni, numer­ate e tim­brate per ele­varne il val­ore di collezione, saran­no ris­er­vate gra­tuita­mente a col­oro che le richieder­an­no per fax o pos­ta elet­tron­i­ca (fax 045.755.3476 — e.mail: alisupeschiera@yahoo.it).