Domani un convegno al «Cristal». E’ una delle figure-chiave che hanno rivoluzionato e semplificato l’amministrazione giudiziaria: esperti a confronto per migliorare

Riflettori puntati sul giudice di pace

19/04/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Salò

«Il giu­dice di pace a dieci anni dal­la legge isti­tu­ti­va. Ruo­lo e fun­zioni in rap­por­to alla mag­i­s­tratu­ra pro­fes­sion­ale». E’ il tito­lo del con­veg­no che si svol­gerà domani saba­to 20 aprile al cin­e­ma teatro Cristal di Salò, a par­tire dalle ore 9.30. L’inizia­ti­va, por­ta­ta avan­ti dal Comune, in col­lab­o­razione con l’As­so­ci­azione nazionale Giu­di­ci di Pace, quel­la degli avvo­cati e legisti garde­sani, quel­la dei mag­is­trati del­la sezione di Bres­cia, è sta­ta real­iz­za­ta gra­zie al con­trib­u­to deter­mi­nante del­la Bipop-Carire. Han­no dato il loro patrocinio la , le Comu­nità mon­tane Par­co Alto Gar­da bres­ciano e Valle Sab­bia. Il sis­tema giudiziario è inter­es­sato da un proces­so rifor­ma­tore arti­co­la­to su diver­si liv­el­li, che ha già vis­to l’in­tro­duzione di pro­fonde inno­vazioni. La più sig­ni­fica­ti­va è cos­ti­tui­ta dal­la revi­sione dei com­po­nen­ti che ammin­is­tra­no la gius­tizia (le fig­ure del con­cil­ia­tore e del pre­tore sono state sos­ti­tu­ite dal Giu­dice di pace e da quel­lo di pri­mo gra­do). Tali inno­vazioni han­no prodot­to mod­i­fiche sia sul­la geografia giudiziaria che sulle com­pe­ten­ze proces­su­ali. Il con­veg­no di Salò intende offrire un momen­to di rif­les­sione, in vista di pos­si­bili ulte­ri­ori mod­i­fiche. Dopo i salu­ti da parte delle autorità invi­tate (è scon­ta­ta la pre­sen­za di Oscar Bonav­i­ta­co­la e Alber­to Cav­al­li, pres­i­den­ti rispet­ti­va­mente del Tri­bunale di Bres­cia e del­la Provin­cia), il dot­tor Francesco Nuz­zo, sos­ti­tu­to procu­ra­tore gen­erale del­la nos­tra cit­tà, guiderà il dibat­ti­to sulle com­pe­ten­ze civili e penali del Giu­dice di pace. Inter­ver­ran­no Mario Bar­b­u­to, pres­i­dente del Tri­bunale di Tori­no, Domeni­co Manzione, sos­ti­tu­to procu­ra­tore a Luc­ca, e Tom­ma­so Buo­nan­no. La sec­on­da ses­sione, su deon­tolo­gia, for­mazione e aggior­na­men­to, vedrà le relazioni di Francesca Loy, mag­is­tra­to seg­re­tario del Con­siglio supe­ri­ore del­la mag­i­s­tratu­ra, Dino Lanati, giu­dice di pace a , ed Enzo Rosi­na. Alle ore 13 Alessan­dra Zen­dron, pres­i­dente del con­siglio provin­ciale di Bolzano, illus­tr­erà l’es­pe­rien­za del­la Regione Trenti­no Alto Adi­ge. Nel pomerig­gio, alle 15.30, si svol­gerà una tavola roton­da coor­di­na­ta da Ric­car­do Fuzio, ex pre­tore di Salò, ora sos­ti­tu­to procu­ra­tore gen­erale di Cas­sazione a Roma. Tema: «La mag­i­s­tratu­ra ono­raria». Par­ler­an­no il sot­toseg­re­tario Michele Viet­ti, Giuseppe Fri­go (pres­i­dente Unione camere penali ital­iane), Nico­la Buc­ci­co (Con­siglio nazionale forense), Giuseppe Gen­naro (Asso­ci­azione mag­is­trati) e Fran­co Petrel­li (Asso­ci­azione giu­di­ci di pace). Alle 17 la con­clu­sione affi­da­ta al pro­fes­sore Gio­van­ni Verde, vice pres­i­dente del Con­siglio supe­ri­ore del­la mag­i­s­tratu­ra. Il Comune di Salò ha orga­niz­za­to una serie di inizia­tive, ris­er­vate agli accom­pa­g­na­tori dei parte­ci­pan­ti. Domani, ad esem­pio, sarà pos­si­bile vis­itare il mer­ca­to locale, il duo­mo, il Palaz­zo del­la Mag­nifi­ca Patria e gli altri mon­u­men­ti. Domeni­ca, invece, sono pre­viste gite in bat­tel­lo (a prezzi agevolati) e una pun­ta­ta al Vit­to­ri­ale di Gar­done Riviera.