Il 15 ottobre 1893, con una imponente cerimonia e alla presenza delle maggiori autorità del Regno d’Italia, il re Umberto I inaugurava la Torre di S. Martino della Battaglia

S.Martino festeggia i 109 anni della Torre

15/10/2002 in Avvenimenti
A Affi
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Affi

Il 15 otto­bre 1893, con una impo­nente cer­i­mo­nia e alla pre­sen­za delle mag­giori autorità del Reg­no d’Italia, il re Umber­to I inau­gu­ra­va la Torre di S. Mar­ti­no del­la Battaglia inti­to­la­ta al padre, Vit­to­rio Emanuele II, che pro­prio in quel­la zona guidò le truppe piemon­te­si il 24 giug­no 1859 nel­la sec­on­da guer­ra d’indipendenza. I furiosi com­bat­ti­men­ti con­tro gli aus­triaci per la pre­sa del Colle di S. Mar­ti­no, dove, al coman­do del mares­cial­lo von Benedek si attestò l’ottavo cor­po d’armata nemi­co, durarono l’intera gior­na­ta, e solo ver­so sera, inci­tati dal sovra­no, le truppe piemon­te­si ebbero ragione degli avver­sari. Ci furono molte centi­na­ia di mor­ti da entrambe le par­ti e, per ricor­dare quei val­orosi, la Soci­età di S. Mar­ti­no e Solferi­no sor­ta nel 1869, decise di erigere la torre a perenne ricor­do delle nos­tre guerre risorg­i­men­tali. Lun­go le pareti interne del­la torre e ai vari piani sono sta­ti dip­in­ti affres­chi ed esistono cimeli che non solo ricor­dano la battaglia, ma anche sig­ni­fica­tivi com­bat­ti­men­ti delle tre guerre d’indipendenza. Chi­ude il ciclo rie­voca­ti­vo la pre­sa di Por­ta Pia il 20 set­tem­bre 1870. L’area sul­la quale sorge la torre è di 17.500 metri qua­drati, com­ple­ta­mente recin­ta­ta. Nel 1939, su prog­et­to dell’ing. Anto­nio Lechi di Bres­cia, venne inau­gu­ra­to il . Il 15 otto­bre 1893, dopo numerosi anni di lavoro, la torre venne inau­gu­ra­ta dal re che, per ques­ta impor­tante occa­sione, era accom­pa­g­na­to dal­la regi­na Margheri­ta e dal figlio Vit­to­rio Emanuele, principe di Napoli e futuro sovra­no, che suben­trò al padre assas­si­na­to nel luglio 1900 a Mon­za. Quel 15 otto­bre fu una gior­na­ta mem­o­ra­bile per gli abi­tan­ti del­la zona, accor­si a rice­vere la famiglia reale e il segui­to. Nel cor­so dei decen­ni, la torre conobbe altri momen­ti di solen­nità e, fra questi, nel 1959 la visi­ta del pres­i­dente francese De Gaulle accom­pa­g­na­to da Gio­van­ni Gronchi e, lo scor­so anno, quel­la del pres­i­dente Car­lo Azeglio Ciampi.

Parole chiave: