Si festeggia la vendemmia da venerdì a domenica. Produzione in calo, ma è di buona qualità

Sagra per il vino Novello

03/11/2004 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

agli sgoc­ci­oli con finale che si abbina ai pro­fu­mi del . Rito, quel­lo del­la vendem­mia di quest’anno, allun­ga­to nel tem­po per l’abbondanza di pro­duzione e dal­la per­sis­ten­za di con­dizioni meteo avverse, tan­to che in certe zone c’è il ris­chio che parte dell’uva riman­ga a mar­cire. La rac­col­ta è anda­ta a singhioz­zo ed è sta­ta carat­ter­iz­za­ta dal­la capac­ità di stoccag­gio delle uve da parte delle aziende di vinifi­cazione, con in can­ti­na quan­tità di supe­ri­ore alle prece­den­ti annate. In ques­ta situ­azione ne ha risen­ti­to la pro­duzione di vino Bar­dolino Nov­el­lo, tipolo­gia spi­az­za­ta tra l’altro dal Bar­dolino Supe­ri­ore Docg. L’ottima qual­ità delle uve di quest’anno ha spin­to i pro­dut­tori vitivini­coli a puntare su un prodot­to più cor­poso e più remu­ner­a­ti­vo come il Bar­dolino Supe­ri­ore. Per­tan­to pro­duzione ridot­ta del pri­mo vino sta­gionale rap­p­re­sen­ta­to dal Nov­el­lo con impeg­nate, nel­la zona del Bar­dolino, soltan­to una dozzi­na di aziende con­tro la trenti­na del­lo scor­so anno, nel­la vinifi­cazione di una tipolo­gia di vino come il Nov­el­lo, frut­to di un accu­ra­to lavoro di ricer­ca e sper­i­men­tazione. La scelta è det­ta­ta non solo dal mer­ca­to vini­co­lo ori­en­ta­to su prodot­ti più cor­posi, ma anche dai costi di pro­duzione di un vino come il Bar­dolino Nov­el­lo che prevede, sec­on­do il dis­ci­pli­nare, un’alta per­centuale di mac­er­azione car­bon­i­ca delle uve e quin­di sul mer­ca­to non è com­pet­i­ti­vo con gli altri nov­el­li di pro­duzione indus­tri­ale. Situ­azione comunque che non ha scor­ag­gia­to del tut­to i pro­dut­tori di uno dei Nov­el­li più pres­ti­giosi e rap­p­re­sen­ta­tivi dell’enologia ital­iana. I pro­dut­tori si pre­sen­ter­an­no alla tradizionale fes­ta del Bar­dolino Nov­el­lo, che scat­terà ven­erdì per con­clud­er­si domeni­ca. La man­i­fes­tazione prevede ven­erdì alle 20.30, al teatro Coral­lo, un diver­ti­men­to musi­cale a cura dei cori del­la Filar­mon­i­ca di Bar­dolino e la Roc­ca di Gar­da; alle 22, alla ex chiesa Dis­ci­plina, si stap­pa la botte del pri­mo Nov­el­lo in com­pag­nia di Te da Mery. La fes­ta con­tin­uerà saba­to e domeni­ca in piaz­za del­la Preon­da, al por­to, con nov­el­lo all’aria aper­ta e cal­dar­roste, nonché mostra con degus­tazione e assag­gi nel con­teni­tore del­la Dis­ci­plina. Domeni­ca, inoltre, musi­ca sot­to la Torre dalle 15,30 alle 17,30 con Enri­co Peduzzi, alle 16.30 sfi­la­ta del­la Con­fra­ter­ni­ta del Bar­dolino e cer­i­mo­nia di investi­tu­ra degli ambas­ci­a­tori pres­so l’ex chiesa Disciplina.

Parole chiave: - -