SINO AL 2010 L’AZIENDA OSPEDALIERA AVRÀ UN UNICO FORNITORE

SEGNALETICA NEGLI OSPEDALI

Di Luca Delpozzo

Alla fine dell’anno scor­so, all’Ospedale di Desen­zano è sta­ta pos­ta una nuo­va seg­nalet­i­ca per l’utenza, in sos­ti­tuzione di quel­la prece­dente ormai super­a­ta come ci con­fer­ma il Diret­tore del Pre­sidio Gian­pao­lo Bragantini.Avviata alla fine dell’anno scor­so, all’Ospedale di Desen­zano è tut­to­ra in cor­so la sos­ti­tuzione del­la seg­nalet­i­ca inter­na per l’utenza, ad iniziare dai per­cor­si prin­ci­pali di acces­so per Ospi­ti e Vis­i­ta­tori, in sos­ti­tuzione di quel­la prece­dente ormai super­a­ta. Come ci con­fer­ma il Diret­tore del Pre­sidio Gian­pao­lo Bra­gan­ti­ni, “l’intervento ormai non era più rin­vi­a­bile, tenu­to con­to dei numerosi cam­bi­a­men­ti avvenu­ti negli ulti­mi tem­pi con la più razionale dis­lo­cazione di Repar­ti di Degen­za e Servizi, soprat­tut­to in occa­sione dei lavori per la cli­ma­tiz­zazione dell’intero Ospedale. La nuo­va seg­nalet­i­ca instal­la­ta nelle set­ti­mane scorse è costa­ta cir­ca 11.000 euro ed è solo una pri­ma fase poiché, come noto, d’ulteriori cam­bi­a­men­ti ne vedremo parec­chi — come la real­iz­zazione del nuo­vo bloc­co oper­a­to­rio o la ristrut­turazione del­la Radi­olo­gia, dove stan­no arrivan­do la Riso­nan­za Mag­net­i­ca Nucleare, una nuo­va diag­nos­ti­ca polifun­zionale dig­i­tal­iz­za­ta ed un nuo­vo ecografo di ulti­ma generazione”.Situazione pres­soché analo­ga anche per l’Ospedale di Maner­bio.. “I con­sid­erevoli cam­bi­a­men­ti (torre Nord, nuovi Pron­to Soc­cor­so e Poliambu­la­tori solo per citarne alcu­ni) oggi in atto all’Ospedale di Maner­bio — spie­ga il Diret­tore del Pre­sidio Michele Corset­ti -, c’impongono nei prossi­mi mesi di rivedere ed adeguare la seg­nalet­i­ca esistente all’interno dell’Ospedale. Per il 2006, infat­ti, è pre­vis­to un inves­ti­men­to di cir­ca 30.000 euro”.Il Servizio Provved­i­tora­to dell’Azienda, diret­to dal Dott. Giuseppe Solazzi, in ottem­per­an­za delle nor­ma­tive vigen­ti e delle soglie comu­ni­tarie, ha dovu­to nor­mare ques­ta problematica.Solazzi, come avete proceduto?“Prima di tut­to, abbi­amo indi­vid­u­a­to per i prossi­mi cinque anni, un for­n­i­tore uni­co che si occu­passe del­la seg­nalet­i­ca dei tre pre­si­di ospedalieri. La soci­età prescelta è sta­ta la Seberg Srl di Curno (Bg) che, oltre ad aver ese­gui­to l’installazione del­la nuo­va seg­nalet­i­ca all’Ospedale di Desen­zano alla fine dell’anno scor­so, si occu­perà degli ulte­ri­ori inter­ven­ti sino al 2010. Ques­ta scelta è avvenu­ta dopo un con­fron­to con­cor­ren­ziale con altre pri­marie ditte del settore”.A quan­to ammon­ta l’investimento?“La soglia comu­ni­taria con­sen­ti­ta c’impone di non super­are i 236.000 euro. Sino al 2010, abbi­amo ipo­tiz­za­to un inves­ti­men­to annuale indica­ti­vo di 25.000 euro per i tre pre­si­di, che ovvi­a­mente potrà essere incre­men­ta­to, sen­za mai oltrepas­sare la soglia comu­ni­taria, sec­on­do le esi­gen­ze che ogni strut­tura richiederà”.“Per un cit­tadi­no che entra in un ospedale, anche solo per eseguire un esame o per andare a trovare un pro­prio con­giun­to ricov­er­a­to – aggiunge il Diret­tore Gen­erale Mau­ro Borel­li -, è di fon­da­men­tale impor­tan­za dis­porre di una seg­nalet­i­ca chiara e pun­tuale, soprat­tut­to quan­do opere di miglio­ra­men­to in atto nelle strut­ture cam­biano sen­si­bil­mente i per­cor­si pre­sen­ti nel noso­comio. Pro­prio per questo moti­vo, abbi­amo deciso di affi­dar­ci ad un’azienda spe­cial­iz­za­ta al fine di ridurre al min­i­mo gli even­tu­ali dis­a­gi all’utenza quan­do sono ese­gui­te delle opere”.