Nuovo sistema di sicurezza sull’autostrada fra Sirmione e Sommacampagna. Scattano in caso di incidenti, nebbia e traffico

Sensori salva-vita sulla A4

04/12/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Basso lago

Una rete di lam­peg­gianti a fre­quen­za vari­abile instal­lati sul­lo spar­ti­traf­fi­co per preavvis­are gli auto­mo­bilisti una situ­azione crit­i­ca di traf­fi­co, neb­bia o inci­den­ti. Un sis­tema riv­o­luzionario mes­so a pun­to in tan­dem dal­la Bmw, la casa autom­bilis­ti­ca tedesca, e Ruetz Traf­fic Sys­tem, già in uso sul trat­to autostradale del­la «Serenis­si­ma» tra Mon­te­bel­lo e Soave, in ter­ri­to­rio vene­to. Ora il sis­tema, chiam­a­to «Com­pan­ion», ver­rà uti­liz­za­to anche sul­la trat­ta Sirmione-Som­macam­pagna del­la stes­sa A4, tragi­ca­mente noto per l’al­ta fre­qen­za di inci­den­ti stradali. L’ac­cor­do è sta­to già rag­giun­to tra il colos­so tedesco e Ruetz da una parte e la Soci­età Autostrade Bres­cia-Pado­va. «Abbi­amo acquisi­to una stra­or­di­nar­ia espe­rien­za sul cam­po — dice il diret­tore gen­erale del­la soci­età «Serenis­si­ma», Car­lo Lep­ore — gra­zie alla sper­i­men­tazione di Com­pan­ion effet­tua­ta sul trat­to Mon­te­bel­lo-Soave, che ver­rà adesso trasferi­ta in altri pun­ti crit­i­ci del­la nos­tra autostra­da. I test han­no prova­to chiara­mente l’ef­fi­cien­za del prog­et­to for­nen­do avvisi pre­ven­tivi nel pos­to gius­to e al momen­to gius­to». Dal­l’at­ti­vazione del sis­tema com­ple­ta­mente auto­mati­co, avvenu­ta nel 1999, sono sta­ti oltre 50 gli avvisi lan­ciati da Com­pan­ion agli auto­mo­bilisti per aller­tar­li di improvvisi sta­ti di peri­co­lo causati dal­la neb­bia, o da inci­den­ti o dal traf­fi­co inten­so. Il sis­tema, infat­ti, entra in fun­zione anche in caso di incolon­na­men­ti causati dal­l’ec­ces­si­vo traf­fi­co. Due sono le instal­lazioni pre­visti sull’A4, tra Sirmione e Pado­va. Per la pre­ci­sione sui 20 chilometri tra Sirmione e Som­macam­pagna e sug­li altri 20 tra Grisig­nano e Pado­va Est. Una vol­ta oper­a­tivi, i 156 radar e i 18 sen­sori anti­neb­bia inte­grati nei palet­ti di seg­nalazione posizionati ai mar­gi­ni del­l’ar­te­ria con­sen­ti­ran­no anche il mon­i­tor­ag­gio del flus­so del traf­fi­co. Non appe­na Com­pan­ion riconosce il ver­i­fi­car­si di una situ­azione di ris­chio, le luci di seg­nalazione com­in­ciano a lam­peg­gia­re. Con­dut­tori a bas­sa fre­quen­za col­legano i lam­peg­gianti diret­ta­mente con il Cen­tro di con­trol­lo del Traf­fi­co Com­pan­ion. La dis­tan­za tra i lam­peg­gianti atti­vati e la zona a ris­chio è vari­abile in fun­zione delle con­dizioni di e delle carat­ter­is­tiche del­l’au­tostra­da. Il pri­mo pro­totipo di questo «sal­va vita» instal­la­to su stra­da risale al feb­braio 1996, quan­do entrò in fun­zione a Mona­co di Baviera, nel trat­to del­l’au­tostra­da A92 che col­le­ga l’aero­por­to bavarese con la bretel­la nord del­la cit­tà. Tor­nan­do in Italia, i due trat­ti del­la A4, dicono gli esper­ti, sono ad ele­vatis­si­mo ris­chio di inci­den­ti per il traf­fi­co inten­so e per la neb­bia. Com­pan­ion, fan­no sapere anco­ra i tec­ni­ci del­la Soci­età «Serenis­si­ma», giunge «ad inte­grazione del più ampio sis­tema di con­trol­lo che già prevede pan­nel­li stradali lun­go tut­ta l’au­tostra­da e una rete di tele­camere a cir­cuito chiu­so capaci di fornire una visione d’in­sieme delle con­dizioni di traf­fi­co». Com­pan­ion è frut­to di un prog­et­to con­giun­to del Grup­po Bmw e del­la Ruetz Traf­fic Sys­tem svilup­pa­to nel­l’àm­bito del pro­gram­ma paneu­ropeo di ricer­ca «Prom­e­teus». In un dato momen­to sarà pos­si­bile anche sul­la trat­ta Sirmione-Som­macam­pagna sper­i­menta­re apposi­ti sen­sori sot­to l’as­fal­to stradale per deter­minare le con­dizioni di traf­fi­co e di mon­i­torare i dati ad ogni pas­sag­gio di un veicolo.