Anche il sindaco Luca Sebastiano ha ringraziato i pensionati per il loro aiuto nelle famiglie e nella comunità.

Sessanta nonni riuniti per la festa di Lazise

03/10/2013 in Avvenimenti
Di Sergio Bazerla

Ses­san­ta non­ni alla “Fes­ta del non­no” che si è cel­e­bra­ta ieri all’asi­lo nido “Il Gira­sole” di Lazise. Un momen­to di fes­ta e di incon­tro con le famiglie per val­oriz­zare la figu­ra del non­no nel­la famiglia e nel­la soci­età.

I non­ni sono molto impor­tan­ti all’in­ter­no del nucleo famigliare sia come sup­por­to e aiu­to alla ges­tione del­la stes­sa, sia per il loro incon­dizion­a­to amore ver­so i nipo­ti­ni – ha esor­di­to la diret­trice Alessia Bigag­no­li – e la pre­sen­za del sin­da­co sot­to­lin­ea anche l’attenzione del­la ammin­is­trazione comu­nale per il nos­tro asi­lo. I non­ni donano ai bam­bi­ni un amore incon­dizion­a­to e sono così più liberi rispet­to ai gen­i­tori nel donare qualche coc­co­la in più e qualche vol­ta – ha con­clu­so Bigag­no­li – ven­gono rim­proverati per questo. Ma noi gli vogliamo un bene immen­so e per questo li fes­teggiamo e li ringrazi­amo”.

E i non­ni si sono dati da fare per i loro nipo­ti­ni. Han­no real­iz­za­to un numero snoda­to di torte. E oltre ad essere state degus­tate da tut­ti sono state pure pre­mi­ate: la più bel­la, la più buona, la più orig­i­nale.

Il nos­tro prog­et­to “Pirati” – ha sot­to­lin­eato Bigag­no­li – teso alla scop­er­ta dei cinque sen­si, oggi si con­cretiz­za con uno dei sen­si più facili: il gus­to. E le torte sono ovvi­a­mente il mez­zo più attraente per la scop­er­ta”.

Riten­go più che gius­to e doveroso che i non­ni vengano fes­teggiati – ha esor­di­to il sin­da­co Luca Sebas­tiano – per­ché sono il bene più prezioso del­la famiglia. Sono la memo­ria stor­i­ca, sono l’e­sem­pio, sono l’af­fet­to più vici­no pro­prio per­ché l’amore ver­so i nipo­ti­ni è incon­dizion­a­to, gra­tu­ito, certe volte perfi­no com­movente. I non­ni rap­p­re­sen­tano il tes­su­to migliore del­la nos­tri comu­nità – ha con­clu­so Sebas­tiano – e  per ques­ta moti­vazione noi pub­bli­ci ammin­is­tra­tori li ringrazi­amo pub­bli­ca­mente per la gra­tu­ità e l’im­peg­no ver­so le gio­vani gen­er­azioni”.