Sta per arrivare in libreria «Ecclesiae» l'ultima fatica editoriale dell'associazione Il Sommolago

Settanta chiese al microscopio

23/07/2000 in Cultura
Di Luca Delpozzo

Sta per essere licen­zi­a­ta dal­la tipografia l’ul­ti­ma fat­i­ca edi­to­ri­ale del­l’as­so­ci­azione il che dal 1992 pub­bli­ca l’omon­i­ma riv­ista quadrimes­trale d’arte, sto­ria e cul­tura: si trat­ta del vol­ume «Eccle­si­ae — le chiese del Som­mo­la­go» nel quale cinque ricer­ca­tori altog­a­rde­sani offrono la più com­ple­ta descrizione dei luoghi di cul­to esisten­ti den­tro i con­fi­ni dei sei comu­ni del Bas­so Sarca.La pre­sen­tazione avver­rà mart­edì 25 luglio alle ore 20.30 nel Salone delle feste del Cas­inò munic­i­pale: saran­no pre­sen­ti assieme ai ricer­ca­tori , Mau­ro Grazi­oli, Francesca Odor­izzi, Fer­di­nan­do Mar­tinel­li e Romano Tur­ri­ni, che han­no elab­o­ra­to la doc­u­men­tazione stor­i­ca e artis­ti­ca delle set­tan­ta chiese indi­vid­u­ate, anche Mari­na Poian e Rober­to Codroico, autori dei due sag­gi, la pri­ma sul­la reli­giosità e l’al­tro sul­l’arte reli­giosa, col­lo­cati all’inizio del vol­ume e i fotografi Pao­lo Calzà e Fabio Emanuel­li che han­no real­iz­za­to la ric­chissi­ma parte iconografica.L’opera, nata, inizial­mente con dimen­sioni e obi­et­tivi assai più mod­esti, dal «deside­rio di carat­ter­iz­zare, con un’ inizia­ti­va edi­to­ri­ale sig­ni­fica­ti­va, la cel­e­brazione del Giu­bileo del Duemi­la» come pre­cisano nel­la pre­fazione i cinque autori, si è ampli­a­ta fino a rag­giun­gere le dimen­sioni di un vero e pro­prio stu­dio gra­zie alle due casse rurali arcensi — il cred­i­to coop­er­a­ti­vo Alto Gar­da di Bolog­nano e la cas­sa rurale di Arco Gar­da Trenti­no — che si sono pro­poste con enco­mi­a­bile mece­natismo per l’ac­quis­to di un con­gruo numero di copie, da dis­tribuire come omag­gio ai tut­ti i pro­pri soci e ai cli­en­ti più importanti.Ne è risul­ta­to, come potrà ver­i­fi­care chi parteciperà alla pre­sen­tazione di mart­edì prossi­mo, un vol­ume di poderose dimen­sioni, ric­co di notizie sulle orig­i­ni e l’evoluzione architet­ton­i­ca nei sec­oli non solo di tutte le chiese anco­ra in uso, ma anche dei luoghi di cul­to dei quali riman­gono soltan­to poche trac­ce murarie e spes­so uni­ca­mente la memo­ria stor­i­ca. In cop­er­ti­na la ripro­duzione degli stu­pen­di, ma sconosciu­ti ai più, affres­chi che ornano la chieset­ta di S. Apol­linare a Prabi.