Questa sera un seminario di studio al castello

Si chiama «Scolopax rustica» ma la beccaccia non ha segreti

06/09/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Malcesine

Stasera alle 20.30 il castel­lo di Mal­ce­sine ospiterà un sem­i­nario di stu­dio sul­la Bec­ca­c­cia (Scolopax rus­ti­ca) orga­niz­za­to dall’Anuu Migra­toristi provin­ciale di Verona. Patro­ci­na­to dal Comune, l’incontro fa il pun­to sul­la specie, anal­iz­zan­done lo sta­to di con­ser­vazione in Europa a par­tire dalle ricerche che i cac­cia­tori real­iz­zano sug­li uccel­li migra­tori, sulle quali spes­so non vi è sta­to sino ad oggi suf­fi­ciente infor­mazione. I lavori, dopo il salu­to del sin­da­co Giuseppe Lom­bar­di, saran­no introdot­ti da Mario Guar­nati e si svol­ger­an­no attra­ver­so tre relazioni di esper­ti del set­tore. «Siamo con­tenti», ha det­to il sin­da­co, «che il nos­tro Comune ospi­ti, nel­la sua sede più pres­ti­giosa, questo inter­es­sante sem­i­nario di stu­di in quan­to questo genere di inizia­tive rap­p­re­sen­ta un arric­chi­men­to cul­tur­ale per tut­ti e un pas­so in avan­ti nel­la conoscen­za e nel­la tutela dell’ambiente». «Castel­lo e Comune», ha sot­to­lin­eato sem­pre il pri­mo cit­tadi­no, «saran­no sem­pre aper­ti ad inizia­tive di questo tipo, vale a dire a stu­di, ricerche e sem­i­nari che abbiano a tema sia le attiv­ità del mon­do vena­to­rio che la conoscen­za e val­oriz­zazione del pat­ri­mo­nio ambi­en­tale». Pri­mo rela­tore sarà Faus­to Calovi, tec­ni­co fau­nis­ti­co, il quale trat­terà degli habi­tat pecu­liari del­la Bec­ca­c­cia e del loro man­ten­i­men­to. Alla relazione di Calovi farà segui­to quel­la di Pao­lo Gagliar­di, del Club del­la Bec­ca­c­cia: si sof­fer­merà sug­li stu­di sci­en­tifi­ci real­iz­za­ti dal Club negli ulti­mi anni, pri­mo fra tut­ti l’esame del­la genet­i­ca delle bec­ca­c­ce migranti e sver­nan­ti in Italia. Chi­ud­erà il pres­i­dente del’associazione ami­ci di Scolopax. La sua relazione riguarderà il Prog­et­to ali regali, anal­isi ad ampio rag­gio con­sis­tente nel­la rac­col­ta e cat­a­logazione delle ali delle bec­ca­c­ce prel­e­vate dai cac­cia­tori. Alle relazioni seguirà un dibat­ti­to mod­er­a­to da Mas­si­mo Mar­rac­ci, pres­i­dente del comi­ta­to esec­u­ti­vo migra­toristi. Sarà lo stes­so Mar­rac­ci che, a fine dis­cus­sione, tir­erà le somme del sem­i­nario. Come ha sot­to­lin­eato il pres­i­dente provin­ciale Anuu migra­toristi di Verona, Gian­fran­co Vival­di, «l’auspicio degli orga­niz­za­tori è che ques­ta pri­ma occa­sione di divul­gazione e di con­fron­to con un pub­bli­co di appas­sion­ati riesca ad ampli­are la con­sapev­olez­za dei cac­cia­tori sul loro ruo­lo pri­mario di gestori del­la fau­na sel­vat­i­ca sul ter­ri­to­rio». La parte­ci­pazione al sem­i­nario è gra­tui­ta e chi fos­se inter­es­sato può con­tattare Gian­fran­co Vival­di tele­fo­nan­do al 349.679.9858.