La «rossa» protagonista del mondiale 2000 in mostra insieme ad altre vetture di Maranello e ai motoscafi Riva

Torna la Ferrari di Schumacher

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Arri­va a Desen­zano la Fer­rari F300 con cui lo scor­so anno Schu­mach­er ha vin­to il doppio tito­lo irida­to nel­la cat­e­go­ria piloti e costrut­tori. La splen­di­da vet­tura sarà sicu­ra­mente la star del prossi­mo fine set­ti­mana, che vedrà Desen­zano al cen­tro del­la man­i­fes­tazione «Sym­bol & Sym­bol», il maxi­raduno di moto­scafi Riva in leg­no e, appun­to, di auto del­la casa di Maranel­lo. Gli orga­niz­za­tori par­lano di «almeno 40 luc­ci­can­ti scafi Riva e di 60 fiamman­ti Fer­rari, oltre alla mit­i­ca F300». E’ un bis che i respon­s­abili di Maranel­lo han­no volu­to con­cedere alla man­i­fes­tazione garde­sana, dopo che nel­la pas­sa­ta edi­zione fu tale l’en­tu­si­as­mo dei fans e dei tur­isti che i negozi di fotot­ti­ca del­la zona andarono in tilt dopo essere sta­ti subis­sati di richi­este di rulli­ni fotografi­ci. Del resto, un sim­bo­lo qual’è la Fer­rari in tut­to il mon­do non pote­va pas­sare inosser­va­to. Ecco spie­ga­to l’as­salto ai negozi fotografi­ci alla ricer­ca di rulli­ni. Quest’an­no si ripeterà cer­ta­mente il bag­no di fol­la e di flash. Non di meno saran­no il calore e la pas­sione attorno a un altro stori­co sim­bo­lo del made in Italy: il moto­scafo Riva. Arriver­an­no pezzi da aut­en­ti­ca collezione da tut­t’I­talia ed Europa, scafi di una bellez­za e di un lavoro arti­gianale uni­ci al mon­do, tan­t’è che tra i numerosi cli­en­ti del cantiere di Sar­ni­co c’er­a­no e ci sono teste coro­nate, sce­ic­chi ara­bi, vip del­l’in­dus­tria e del­lo spet­ta­co­lo. La man­i­fes­tazione di Desen­zano, che avrà delle code mon­dane a Sirmione, Padenghe, Gar­done Riv­iera e Mon­tichiari, idea­ta e cura­ta da Curzio Moret­ti, di pro­fes­sione impren­di­tore e istrut­tore nau­ti­co, è sta­ta intan­to inseri­ta nel cele­bre cal­en­dario dell’azienda di Sar­ni­co (nes­suna foto osè come quel­lo Pirelli!) assieme agli altri più impor­tan­ti raduni nel mon­do. Tra le dod­i­ci foto che appaiono sul cal­en­dario, real­iz­za­to dal­l’ar­chitet­to Pier Maria Gibelli­ni, c’è anche quel­la del e di Desen­zano. Il mese? Nat­u­ral­mente quel­lo di luglio. Tor­nan­do alla macchi­na pilota­ta da Michael Schu­mach­er durante la vit­to­riosa cav­al­ca­ta del­la sta­gione 2000, c’è mol­ta atte­sa tra i vis­i­ta­tori. Sarà parcheg­gia­ta nel­la zona del Por­to Vec­chio-piaz­za Malvezzi.

Parole chiave: