L’ambizioso piano di recupero: un’operazione da 50 milioni di euro

Un progetto d’autoreper gli ex «Cantieri»

03/11/2007 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Sarà fir­ma­to da uno dei più famosi architet­ti del mon­do, l’inglese Nor­man Fos­ter, il prog­et­to dell’operazione da 50 mil­ione di euro per il recu­pero dell’ex Cantiere del Gar­da a Toscolano Mader­no, un edi­fi­cio cop­er­to di inter­esse stori­co architet­ton­i­co, da molti anni in sta­to di abbandono.Lord Nor­man Fos­ter è sta­to chiam­a­to dagli Azzoli­ni di Arco e dal­la Edilquat­tro di Maner­ba, gui­da­ta da Loren­zo Riz­zar­di, tra l’altro pres­i­dente del Cir­co­lo vela di Gargnano, e patron di + 39, la bar­ca che ha parte­ci­pa­to all’ultima America’s Cup. Tem­po fa il grup­po ha acquisi­to per una cifra supe­ri­ore ai cinque mil­ioni di euro dai Camozzi, conosciu­ti per il super­me­r­ca­to Mon­te­bal­do, l’ex Cantiere del Gar­da, in fon­do a via Reli­gione, a pochi metri dal­la spi­ag­gia. Lo stori­co edi­fi­cio, uti­liz­za­to come oleifi­cio, è sta­to suc­ces­si­va­mente adibito a rimes­sag­gio di scafi.E’ abban­do­na­to da una quindic­i­na di anni. La vol­ume­tria, di cir­ca 30 mila metri cubi, ver­rà des­ti­na­ta ad alber­go di lus­so, a res­i­den­za e ad attiv­ità com­mer­ciali (bar, negozi, ristorante).Il planivol­u­met­ri­co è sta­to pre­sen­ta­to in munici­pio nei giorni scor­si, e ven­erdì pomerig­gio il con­siglio comu­nale esamin­erà il piano inte­gra­to di inter­ven­to, pri­mo pas­so di un con­fron­to che poi coin­vol­gerà la Comu­nità mon­tana e Regione. Un’operazione da 50 mil­ioni di euro.Il prog­et­to, che prevede con­sis­ten­ti aumen­ti di vol­ume­tria, va a toc­care anche il vici­no sta­dio di cal­cio, inti­to­la­to a Ugo Locatel­li, (cam­pi­one olimpi­co e mon­di­ale negli anni ’30).Il ter­reno di gio­co dovrà essere leg­ger­mente sposta­to, per con­sen­tire la costruzione di un parcheg­gio sot­ter­ra­neo di due piani, uno pub­bli­co e l’altro privato.[FIRMA]