Domenica nel centro storico debutta un’iniziativa per valorizzare i prodotti locali. Tessera anche per visita al castello e sconto in funivia

Una passeggiata con gusto

14/04/2004 in Enogastronomia
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Angelo Peretti

Ciot­tolan­do è gerun­dio del ver­bo ciot­to­lare. Inutile però cer­car­lo sul vocabo­lario: non c’è, per­ché si trat­ta di un neol­o­gis­mo, una paro­la nuo­va. L’hanno inven­ta­ta a Mal­ce­sine per spie­gare il piacere di una passeg­gia­ta gas­tro­nom­i­ca fra i viot­toli pavi­men­tati in ciot­toli nel cen­tro stori­co. «Ciot­tolan­do con gus­to» è il tito­lo coni­a­to per un sim­pati­co appun­ta­men­to che vedrà i vicoli mal­cesine­si riem­pir­si di appas­sion­ati del e del­la cuci­na domeni­ca prossi­ma e poi, per il sec­on­do round, anche domeni­ca 9 mag­gio. A par­tire dalle 11 del mat­ti­no, e poi nel pomerig­gio sino alle 18, si potrà vis­itare il castel­lo scaligero, degustare l’olio extravergine al vec­chio fran­toio, fer­mar­si nei ris­toran­ti ader­en­ti e ass­apo­rare i piat­ti stu­diati per la man­i­fes­tazione, inclusi i vini verone­si. Ogni vis­i­ta­tore potrà costru­ir­si un pro­prio itin­er­ario e un pro­prio menù sen­za nes­sun ordine presta­bil­i­to, sen­za dover rispettare alcun orario, se non quel­lo d’inizio e quel­lo di fine man­i­fes­tazione. L’acquisto di una tessera prep­a­ga­ta di 20 euro darà dirit­to a cinque con­sumazioni in altret­tan­ti wine bar e ris­toran­ti coin­volti, alla visi­ta al castel­lo, all’assaggio d’olio, al parcheg­gio (quel­lo a dis­po­sizione è nel­la cen­tralis­si­ma piaz­za Statu­to, fino alle 23) e allo scon­to sul bigli­et­to del­la funi­via Mal­ce­sine-Monte . È anche disponi­bile un pac­chet­to week-end col 10% di scon­to negli alberghi. Il tut­to gra­zie alla col­lab­o­razione fra l’amministrazione comu­nale, l’istituzione Mal­ce­sine più, i ris­tora­tori, all’as­so­ci­azione alber­ga­tori e com­mer­cianti, il locale Con­sorzio olivi­coltori, varie aziende vini­cole scaligere e una dis­til­le­ria del Gar­da trenti­no. Ma ecco più in det­taglio la sezione… man­gerec­cia. Al wine bar Hip­popota­mus si tro­va la spuma di for­mag­gio di mal­ga con la polen­ta accom­pa­g­na­ta da un bic­chiere di Lugana Ottel­la o di Le Fraghe, men­tre all’osteria San­to Cielo gli stes­si vini ven­gono pro­posti con la carne salà­da con l’olio di Mal­ce­sine. All’enoteca Vidoc si serve un cal­ice di Lugana supe­ri­ore Frac­caroli con un tris di lago: sardéne in saór, tro­ta mar­i­na­ta e luc­cio man­te­ca­to. Il ris­torante Re Lear scende in cam­po abbinan­do il Valpo­li­cel­la supe­ri­ore Tedeschi con lo stra­cot­to di sorana di San Michele con erbe di cam­po, patate e olio di Mal­ce­sine. All’osteria alla Rosa c’è invece il gela­to di for­mag­gio del Bal­do con il caf­fè Illy e la grap­pa del­la dis­til­le­ria Pisoni (in fun­zione qui c’è pure un alam­bic­co dimostra­ti­vo). Il tut­to, si dice­va, sec­on­do la sequen­za che cias­cuno com­por­rà come meglio ritiene, sen­za ordi­ni di servizio pre­fis­sati. Uni­ca avverten­za: preno­tare. Bisogna far­lo entro ven­erdì (entro il 7 per la sec­on­da gior­na­ta, quel­la del 9 mag­gio) tele­fo­nan­do allo 045.7400469. Per acquistare l’eventuale pac­chet­to week-end negli alberghi ci si può invece riv­ol­gere allo 045.7400373. Insom­ma: un’occasione imperdi­bile per chi vuol fare un tuffo nel­la tradizione di Mal­ce­sine con un approc­cio mod­er­no e inno­v­a­ti­vo. Una ghiot­ta pro­pos­ta per i tur­isti che sog­gior­nano già in zona o per chi è a cac­cia di gite fuori por­ta sti­molan­ti e alternative.

Parole chiave: