Valtènesi in festa: nel ponte del 2 giugno torna la Fiera del Vino di Polpenazze

21/05/2015 in Fiere
Di Redazione

La Fiera del di Polpe­nazze del Gar­da (Bs) si prepara a tagliare il tra­guar­do dell’edizione numero 66: cinque giorni di fes­ta nel ponte del 2 giug­no per cel­e­brare i vini, i sapori e le tradizioni di un micro­cos­mo uni­co sul­la riv­iera bres­ciana del lago di Gar­da. 43 su 66 gli Eccel­len­ti del con­cor­so enologico.

E’ una man­i­fes­tazione che fa ormai parte del vis­su­to e del­la sto­ria del lago di Gar­da: la cel­e­brazione di una ter­ra for­tu­na­ta attra­ver­so le sue tradizioni, la sua cul­tura, e soprat­tut­to i suoi , a par­tire ovvi­a­mente dal vino. Sono questi gli ingre­di­en­ti del­la Fiera del Vino Valtè­ne­si-Gar­da Clas­si­co Doc di Polpe­nazze del Gar­da (Bs), che dal 29 mag­gio al 2 giug­no tor­na in sce­na per tagliare il tra­guar­do dell’edizione numero 66. In cartel­lone, cinque giorni di fes­ta nel ponte del 2 giug­no, per una rasseg­na dal grande appeal popo­lare, des­ti­na­ta quest’anno a richia­mare anche i tan­ti tur­isti in visi­ta sul più grande lago italiano.

La Fiera del Vino è ormai un appun­ta­men­to irri­n­un­cia­bile per la nos­tra comu­nità – spie­ga il sin­da­co nonché pres­i­dente del­la Fiera Andrea Dal Prete-. E’ un impor­tante momen­to di aggregazione e coe­sione sociale, ma negli anni ha saputo crescere per diventare anche e soprat­tut­to un fon­da­men­tale vei­co­lo di pro­mozione per il ter­ri­to­rio e per un’agricoltura di eccel­len­za che rap­p­re­sen­ta ormai un ele­men­to di fon­da­men­tale richi­amo anche per l’economia turistica”.

Fedele a questo manda­to di val­oriz­zazione del­la qual­ità dei prodot­ti autoc­toni, la Fiera mette come sem­pre al cen­tro del pro­prio pro­gram­ma il con­cor­so eno­logi­co nazionale ded­i­ca­to alle pro­duzioni vini­cole del ter­ri­to­rio, isti­tu­ito nel 2006 dal Min­is­tero per le Politiche Agri­cole per la Doc Gar­da Clas­si­co, ed aper­to in segui­to anche alla nuo­va Doc Valtè­ne­si. Sono 66 le etichette iscritte quest’anno al con­cor­so: ben 43 quelle cui le com­mis­sioni di assag­gio, riu­nite nel­la mat­ti­na di mart­edì 19 mar­zo per le degus­tazioni uffi­ciali, han­no asseg­na­to la qual­i­fi­ca di Vino Eccel­lente, cor­rispon­dente ad un pun­teg­gio di almeno 85/100, e che ver­ran­no pre­mi­ate durante la cer­i­mo­nia uffi­ciale di inau­gu­razione nel­la mat­ti­na­ta di domeni­ca 31 mag­gio. Da ricor­dare che i Chiaret­ti ritenu­ti eccel­len­ti dal­la com­mis­sione pros­eguiran­no il loro cam­mi­no per una sec­on­da degus­tazione nel­la quale ver­rà scel­to il vinci­tore del Tro­feo Pom­peo Mol­men­ti, che ver­rà attribuito nell’ambito di Italia in Rosa a Moni­ga del Gar­da nel week­end suc­ces­si­vo, dal 5 al 7 giug­no. Saran­no inoltre asseg­nati dei pre­mi spe­ciali al miglior Valtè­ne­si e Valtè­ne­si , volu­ti dall’amministrazione comu­nale, ed al miglior e Rosso Supe­ri­ore, isti­tu­iti con il con­trib­u­to del­la Ban­ca di Cred­i­to Coop­er­a­ti­vo del Garda.

La man­i­fes­tazione vera e pro­pria si ter­rà come sem­pre nelle con­trade e nelle piazze del cen­tro stori­co medievale di Polpe­nazze, dal quale si può ammi­rare uno dei più sug­ges­tivi panora­mi del lago di Gar­da. Come sem­pre, i vis­i­ta­tori potran­no degustare i vini delle 21 aziende pre­sen­ti in fiera con pro­prio stand (tre in più rispet­to allo scor­so anno), acqui­s­tan­do all’ingresso sac­ca e bic­chiere a cinque euro, cui si dovrà aggiun­gere poi 1 euro per ogni degus­tazione prescelta.

Non mancher­an­no la Corte degli Assag­gi, dove si potran­no effet­tuare degus­tazioni com­para­te dei vini in con­cor­so in abbina­men­to ai migliori for­mag­gi del­la zona, il Bor­go Bio, ded­i­ca­to ai sem­pre più numerosi pro­dut­tori di Valtè­ne­si che han­no scel­to l’agricoltura bio­log­i­ca, men­tre in piaz­za si servirà infine per cinque giorni il tradizionale e sem­pre get­to­natis­si­mo spiedo garde­sano. In pro­gram­ma anche l’ormai con­sue­to Palio del Salame ded­i­ca­to au numerosi locali e degus­tazioni gui­date di olio extravergine Gar­da Dop a cura dell’Apol, Numerosi momen­ti cul­tur­ali e di intrat­ten­i­men­to com­ple­tano il pro­gram­ma: chiusura lunedì 2 con grande spet­ta­co­lo pirotecnico.

Una suggestiva veduta serale della Fiera di Polpenazze